vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Centrali a biomasse, D'Alessandro: "Dimettiamoci tutti"

Più informazioni su

VASTO – Sulle centrali a biomasse progettate a Punta Penna torna a farsi rovente il clima politico a Vasto. Mario Della Porta (Pdl) ipotizza comportamenti “al limite della responsabilità penale” del sindaco e Davide D’Alessandro (ApV) presenta immediatamente un’interrogazione rivolta al primo cittadino, Luciano Lapenna.

Nell’interpellanza, il consigliere comunale di minoranza cita le parole utilizzate da Della Porta nel suo intervento alla conferenza stampa tenuta sabato dal Comitato cittadino per la tutela del territorio: “Le delibere del 10 gennaio scorso, quelle in cui il Consiglio comunale esprimeva la propria posizione sulle centrali termoelettriche a biomasse, sono state trasmesse alla Regione il 27 febbraio. È un chiaro disattendere il deliberato del Consiglio comunale. Ciò dimostra il palese atteggiamento ostruzionistico del primo cittadino nei confronti delle delibere della sua maggioranza. Siamo (per Della Porta, che non è solo consigliere comunale, ma anche ex magistrato) al limite della responsabilità penale. Se si apre un’inchiesta, vorranno sapere perché il sindaco si comporta in questa maniera”. Questo aveva detto l’ex magistrato, candidato sindaco del centrodestra alle elezioni del maggio 2011 e ora consigliere comunale di Vasto giovani e iscritto al Pdl.

D’Alessandro vuole sapere da Lapenna “se le gravi dichiarazioni del suddetto capogruppo siano false o se corrispondano a verità in merito alla data del 27 febbraio; se dovessero corrispondere a verità, che cosa abbia indotto il primo cittadino a ritardare la trasmissione delle delibere votate dal Consiglio Comunale”.

Il commento – “Quanto al vizio delle delibere disattese – commenta D’Alessandro – aggiungo che il 28 ottobre il Consiglio comunale all’unanimità ha deliberato l’istituzione del Forum sull’occupazione. Dopo oltre 4 mesi, nessuna notizia. Forse, più che chiedere le dimissioni del sindaco, ormai solo in attesa di candidarsi al Parlamento, dovrebbero dimettersi tutti, dico tutti, i consiglieri, impossibilitati a svolgere il proprio lavoro al servizio del cittadino. Io sono pronto”.

micheledannunzio@vastoweb.com

 

Più informazioni su