vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Lettera dei dipendenti Coasiv:"Preoccupati per il futuro"

Più informazioni su

VASTO – Riceviamo una lettera dai dipendenti del Coasiv di Vasto. Ne pubblichiamo integralmente il testo.

In merito ai recenti articoli di stampa inerenti il processo di riforma dei Consorzi Industriali,
esprimiamo viva preoccupazione rispetto alla posizione assunta dall’Assessore allo Sviluppo
Economico e dalla Giunta Regionale sul tema del riordino delle funzioni in materia di Attività
Produttive che, con l’approvazione della L.R. 29 Luglio 2011 n. 23, ha visto l’avvenuta istituzione
dell’ARAP – Azienda Regionale Attività Produttive – quale punto di arrivo del processo di fusione
degli attuali Consorzi Industriali.

La preoccupazione nasce dalle seguenti considerazioni:

1) L’ARAP avrà funzioni e compiti molto limitati rispetto a quelli attualmente in capo ai Consorzi
che, da sedi funzionalmente autonome, saranno trasformate in unità territoriali periferiche,
ossia semplici “sportelli”;

2) Non è stato elaborato alcun piano finanziario in grado di valutare la sostenibilità economica
della riforma;

3) Tutti i costi di gestione dell’ARAP, i costi dei servizi da erogare, i costi delle opere di
urbanizzazione da realizzare e/o completare sono posti a carico delle Aziende insediate (già
in grande difficoltà) alle quali sarà imposto di stipulare una nuova Convenzione quadro tipo
approvata dalla Giunta Regionale;

4) Avendo la Regione stabilito per Legge l’assenza di oneri a proprio carico, i costi della
riforma, che per la sola fusione tra Enti sono stati stimati in almeno 600 – 700.000,00 euro,
graveranno soltanto sui Consorzi virtuosi con sicure ripercussioni negative;

5) I Consorzi Industriali, attraverso i Commissari per il Riordino nominati dalla Giunta
Regionale, hanno affidato incarico all’Università di Chieti – Pescara, Dipartimento Scienze
Giuridiche, per la redazione di uno studio preliminare volto ad identificare le procedure
propedeutiche all’attuazione della riforma. Di tale studio, che evidenzia notevoli criticità in
materia di diritto amministrativo, societario, di governance, di diritto del lavoro, previdenziale,
fiscale e tributario, e che sottolinea in più punti la necessità di un nuovo intervento del
legislatore regionale, la Giunta non ha tenuto in alcun modo conto evitando e quindi non
superando le predette problematiche e pervenendo alla stesura di un disciplinare cui la L.R.
affidava enormi obiettivi e che invece risulta vuoto di contenuti.

Tanti altri sono i punti che suscitano perplessità nel merito e rispetto ai quali ci riserviamo
successive e più approfondite valutazioni. Ci preme, in questo momento, provare a sensibilizzare
ancora una volta “tutte” le forze politiche del territorio affinché si oppongano prima di tutto ad una riforma sbagliata, dai contorni poco chiari, oltreché all’ennesima spoliazione a danno del vastese.

Dipendenti Coasiv
Battaglini Graziana, Bellano Domenico, Bernabeo Giuseppe Nicola, Cipollone Rita, Della Penna Giovanni, Giancola Nicola, Ravasini Ilaria, Smargiassi Pietro, Tomei Antonio

Più informazioni su