vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

"Nontiscordardimé-Operazione scuole pulite" di Legambiente

Più informazioni su

SCERNI – Con l’arrivo della primavera, Legambiente organizza ogni anno Nontiscordardimé – operazione scuole pulite: una giornata di volontariato interamente dedicata alla qualità e alla vivibilità degli edifici scolastici. Infatti, un ambiente scolastico ospitale, pulito e funzionale influisce sullo sviluppo del senso civico e sulla formazione culturale dei ragazzi.

Quest’anno i temi al centro dell’iniziativa sono stati: Efficienza energetica e risparmio. In particolare, l’Istituto Tecnico Agrario “C. Ridolfi” di Scerni ha presentato il decalogo condiviso delle buone pratiche per il risparmio energetico e per il miglioramento della vivibilità dell’ambiente classe/scuola, sviluppato all’interno del progetto EcoGeneration – Scuola amica del clima promosso da Legambiente-Edison.
“Abbiamo dedicato questa edizione di Nontiscordardimé all’Agrario di Scerni – dichiara Giuseppe Di Marco, segreteria Legambiente Abruzzo – come momento di sintesi del lavoro svolto dagli alunni in questi ultimi tre anni e che sarà presentato nella visita al Senato il prossimo 20 aprile, alla presenza del ministro, Corrado Clini.

Grazie al progetto Eco-Generation gli alunni dell’Agrario, seguiti da alcuni docenti e dai nostri educatori, hanno promosso la stesura di un decalogo di buone pratiche. Si tratta di un patto fra le varie componenti scolastiche per giungere ad una gestione sempre più ecosostenibile del complesso scolastico con particolare riferimento al riciclaggio dei rifiuti e al risparmio energetico.”
La presenza del Ridolfi all’interno di questo progetto nazionale, avviato su un totale di 10 scuole, è significativa.

“Ci troviamo di fronte ad un Istituto moderno che progetta, ricerca ed innova – dichiara la prof. Filomena Zanfardino, Dirigente scolastico – aperto alle sfide del futuro e pronto a promuovere le proficue sinergie e collaborazioni, allo scopo di accrescere la formazione della persona nella sua completezza, che non si preoccupa, quindi, solo degli apprendimenti disciplinari ma vuole offrire una varietà di occasioni formative, prestando particolare attenzione ai bisogni espressi dagli alunni.”
Durante l’iniziativa è stato avviato anche il nuovo progetto regionale “Energeticamente”, finanziato all’interno della programmazione Di Scuola in CEA – La via della sostenibilità a.s. 2011-2012 a cura del Centro APE d’Abruzzo.

Più informazioni su