vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Ex ferrovia abbandonata: accampamenti alla sottostazione

Più informazioni su

VASTO – I bivacchi notturni si sono trasformati in veri e propri accampamenti con tanto di tende. A Vasto Marina l’ex tracciato ferroviario è abbandonato. Lo è come l’intera ferrovia dismessa lungo il litorale della provincia di Chieti. Il degrado avanza, tant’è che nei giorni scorsi un crollo del costone che sorreggeva la strada ferrata ha costretto il comandante della Guardia costiera di Vasto, Daniele Di Fonzo, a interdire alla balneazione un tratto di costa a Torino di Sangro.

Le testimonianze – “Vediamo persone che di notte entrano nel parcheggio e dormono nei magazzini della vecchia stazione. Sono stranieri, spesso urbiachi. Altri arrivano fino alla sottostazione elettrica e si accampano lì vicino”, raccontano alcuni residenti del quartiere di piazza Fiume. Ingressi e finestre della ex sottostazione sono stati murati. Ma c’è qualcuno che ha iniziato a sfondare i mattoni nel tentativo di aprire dei varchi. “E’ tutto abbandonato e sporco. Quando si deciderà cosa fare dell’ex ferrovia?”, chiedono i cittadini.

La sottostazione – Si chiama, anzi si chiamava, sottostazione elettrica quel gruppo di fabbricati all’abbandono a due passi dalle aree di risulta della vecchia stazione di piazza Fiume, che pure non se la passa molto meglio. Un problema serio di igiene e decoro, quello dei fabbricati dismessi lungo ciò che rimane del tracciato su cui, fino al 2005, passava la linea ferrovia adriatica. I progetti di farne la pista ciclabile di un grande parco lungo come tutta la provincia di Chieti sono rimasti fino ad ora lettera morta. E l’ex ferrovia è lasciata al suo destino. Diciotto chilometri solo sul territorio di Vasto. Mentre per il parcheggio della vecchia stazione non è stato ancora ufficializzato il rinnovo dell’accordo tra Comune e Ferrovie dello Stato, fondamentale perché dalla primavera prossima la grande area di risulta non rimanga chiusa alle auto. Con conseguenze che si possono immaginare sul traffico caotico dei mesi estivi.

Cos’è – Le sottostazioni elettriche costituiscono i nodi della rete di trasmissione dell’energia elettrica lungo le ferrovie. Quella di Vasto Marina è stata chiusa nel 2005, anno in cui è stata aperta la galleria che passa nel sottosuolo di Vasto.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

 

Più informazioni su