vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Evitare una nuova emergenza a Vasto Marina: progetti Sasi

Più informazioni su

VASTO – Un pozzo di raccolta più ampio per evitare sversamenti di liquami in mare. Il rifacimento della rete fognaria della riviera. Sono questi i progetti che stamani, alle 11.30, verranno illustrati in municipio dalla Sasi, la società che gestisce reti idriche fognarie e depurazione dei reflui in 92 comuni su 104 della provincia di Chieti.

Gli interventi programmati erano stati anticipati il 18 febbraio a Vastoweb da Giuseppe Di Vito, consigliere d’amministrazione della Sasi.

La notizia del 18 febbraio – Per ora la manutenzione straordinaria delle fogne di Vasto Marina e un nuovo serbatoio di raccolta ai margini di Fosso Marino. Poi la ristrutturazione della rete fognaria della riviera. E’ un consigliere d’amministrazione, Giuseppe Di Vito, a spiegare i progetti della Sasi, la società che gestisce il servizio idrico integrato (acqua potabile, fogne e depurazione) in 92 comuni su 104 della provincia di Chieti.

Secondo Di Vito, “bisogna separare i problemi. Il primo è quello della regimentazione delle acque bianche, di cui si occuperà il Comune. La scorsa estate qualche furbo”, che ha allacciato il proprio scarico abusivamente alle tubature di scolo “ha riversato liquami in un rivolo che si trova al centro della spiaggia di Vasto Marina” scatenando le proteste di turisti e balneatori. “Altra questione è quella che riguarda Fosso Marino, dove in estate una grossa conduttura che scorre sotto la galleria ferroviaria è crollata. Le acque bianche si sono riversate in un pozzo che convoglia le fogne a Sud”, superandone la portata, con conseguente “sversamento nel Fosso” e la necessità di tenere bassi i livelli nel pozzo di raccolta attraverso l’utilizzo continuo di autospurgo nel pieno della stagione balneare. Il tratto di spiaggia attorno a Fosso Marino è stato chiuso temporaneamente alla balneazione per diversi giorni in due periodi diversi, a luglio e agosto.

“I tecnici hanno eseguito delle ispezioni nelle condotte fognarie delle riviera attraverso una videosonda, che ha evidenziato – racconta Di Vito – la presenza di molte incrostazioni dovute non solo agli accumuli di sabbia, ma anche a detersivi e altri residui”.

Due i lavori programmati. Il primo, a breve termine, è la “manutenzione straordinaria delle tubazioni, che verranno liberate e torneranno alla piena funzionalità. Ma verrà anche aumentata la portata del pozzo di raccolta che si trova nell’area di Fosso Marino, che attualmente ha una capienza di 3mila litri. Un serbatoio più grande consentirà di evitare sversamenti di liquami in mare”. Il secondo prevede “la ristrutturazione della rete fognaria. Un progetto inserito nel piano d’ambito”, il documento che programma le opere da realizzare, ma i cui tempi di attuazione al momento non sono pronosticabili.

Della costruzione di una seconda condotta di scolo, determinante per separare le acque bianche (piovane) da quelle nere (fognarie), si occuperà il Comune di Vasto.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

 

Più informazioni su