vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

"Piazza Rossetti, l'anello esterno diventi area archeologica"

Più informazioni su

VASTO – “Procedere a diversi scavi lungo l’anello e di non limitarsi a riportare alla luce solo i resti posti di fronte alla Torre di Bassano”. Lo chiede all’amministrazione comunale Stefano Moretti dell’associazione Azzurro per la libertà. Continuano a far discutere i ritrovamenti di epoca romana in nella centralissima piazza Rossetti di Vasto.

“I resti dell’antico anfiteatro rinvenuti nel corso dei lavori di pavimentazione dell’anello perimetrale della piazza sono una testimonianza importantissima della storia millenaria di Vasto e meritano di essere
valorizzati”, commenta Moretti. “Sarebbe stupendo per la città se buona parte della striscia esterna venisse pavimentata a vetro lasciando a vista i resti risalenti al primo secolo dopo cristo. Il calpestabile in vetro permetterebbe di godere nella sua interezza dei resti dislocati lungo l’anello perimetrale ed un sistema di illuminazione interno unito ad un sistema di ventilazione anti condensa risolverebbe con facilità il problema delle goccioline. Numerose città italiane hanno realizzato opere simili senza problemi”.

Ma non è sicuro che continuando a scavare per rimuovere l’asfalto e realizzare la nuova pavimentazione in mattonelle si trovino altre mura come quelle che stanno venendo alla luce nelle ultime settimane: “E’ probabile che gli edifici che definiscono la forma della piazza siano stati costruiti sopra i resti delle mura dell’anfiteatro, peraltro visibili all’interno della vetrina di un negozio”, fa notare l’archeologo Andrea Staffa, della Soprintendenza ai beni archeologici d’Abruzzo.

Redazione Vastoweb

Più informazioni su