vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Civeta, salta l'approvazione del bilancio: in rivolta i sindaci

Più informazioni su

CUPELLO – Manca ancora una volta il numero legale e, di conseguenza, non viene approvato il bilancio del Civeta, il consorzio intercomunale che gestisce il riciclaggio e lo smaltimento dei rifiuti nel Vastese. In rivolta i sindaci di Pollutri, Scerni e Villalfonsina, Nicola Benedetti, Giuseppe Pomponio e Mimmo Budano, che oggi hanno scritto un comunicato congiunto:

“Dobbiamo ancora una volta stigmatizzare il comportamento di alcune amministrazioni del Vastese che facendo mancare il numero legale all’assemblea dei sindaci del Civeta, hanno di fatto ulteriormente mandato deserta la seduta importantissima del 12 aprile che prevedeva l’approvazione del bilancio del Consorzio.

Per la quarta volta consecutiva ieri, non siamo riusciti ad aprire la seduta, rinviando cosi decisioni importanti per il futuro del territorio e aggravando le ricadute in termini di costi per i Concittadini del Vastese. Già nell’incontro precedente del 14 marzo, parimenti non aperto, ci siamo persi un’importante occasione dato che quella seduta cadeva in un particolare momento di emergenza nel settore rifiuti della nostra Regione e che alcune decisioni proposte dal consiglio d’amministrazione potevano riabilitare il Nostro consorzio pubblico sia dall’immagine che si era creata negli ultimi anni, sia a livello economico.

Ci dispiace dover constatare che abbiamo scomodato la Prefettura di Chieti per chiarire quale doveva essere la posizione del commissario di San Salvo all’interno della struttura Civeta. Perché, si disse all’epoca dei fatti che, era urgente convocare le assemblee ed anche il bilancio di previsione. Salvo poi, una volta avuto il chiarimento su chi avesse dovuto firmare le convocazioni, non essere mai riusciti a riunirci in oltre 5 mesi.

Il mondo e l’Italia vanno avanti e non aspettano noi, il decreto legge n°1 del 24/01/2012 pone come termine del 30 giugno p.v. la creazione degli ambiti o bacini territoriali ottimali per organizzare lo svolgimento dei servizi pubblici locali di rilevanza economica e fissa ancora che le Regioni possono individuare specifici bacini territoriali di dimensione diversa da quella provinciale motivando la scelta entro il 31 maggio. Come si evince ci sono buone occasioni per il Civeta e per il nostro territorio e questo rende ancora di più inopportuno far mancare il numero in assemblee come quelle di ieri, fondamentali per il funzionamento dell’Impianto.  

Vanno aperte discussioni all’interno della proprietà del consorzio su queste questioni, però ci dispiace capire che non se ne vuole parlare con tutti i soci e nelle sedi opportune”.

I sindaci di Pollutri, Scerni e Villalfonsina: Nicola Benedetti, Giuseppe Pomponio e Mimmo Budano

Più informazioni su