vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Pescara, giocatore si accascia e muore: si ferma il calcio

Più informazioni su

PESCARA – E’ morto al pronto soccorso dell’ospedale Santo Spirito di Pescara Piermario Morosini, il calciatore del Livorno che oggi pomeriggio si è accasciato al suolo durante la partita Pescara-Livorno.

Un’auto dei vigili urbani ostruiva il passaggio dell’ambulanza. Per spingerla e consentire l’ingresso del mezzo di soccorso, è stato sfondato il vetro e tolto il freno a mano.

In segno di lutto, oggi e domani si ferma il calcio italiano. Le partite non si giocheranno.

La tragedia – E’ stata definitivamente sospesa allo stadio Adriatico Pescara-Livorno, la partita di serie B fermata alla mezzora per l’improvviso malore del livornese Piermario Morosini, crollato in campo quando il pallone era lontano. Durante il trasporto in ambulanza verso l’ospedale Morosini era in arresto cardiaco.

Mentre il centrocampista veniva soccorso con un defibrillatore e i suoi compagni scoppiavano in lacrime, il pubblico ha cominciato a chiedere a gran voce di sospendere la partita. Sugli spalti un tifoso ha avuto un malore, ed è stato soccorso. Le due squadre sono tornate negli spogliatoi, unico a rimanere in campo Zeman. Morosini e’ stato portato in ambulanza in ospedale dopo che in campo gli era stato praticato un massaggio cardiaco.

Un’azione offensiva del Pescara, la corsa lontano dal pallone, e poi improvviso il crollo a terra sul vertice della propria area: è la terribile scena di cui è stato protagonista al 31′ Piermario Morosini, centrocampista del Livorno. Il giocatore è caduto in avanti, faccia a terra, apparrentemente in preda a convulsioni, e immediatamente le due panchine e il guardalinee hanno attirato l’attenzione dell’arbitro Baratta che ha fermato il gioco. I medici hanno soccorso Morosini, ed è stato usato un defibrillatore. (Ansa)

Più informazioni su