vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Sicurezza e urbanistica, centrodestra chiede un Consiglio

Più informazioni su

VASTO – Sicurezza, fogne di Vasto Marina e osservazioni al Piano di recupero del centro storico e al Piano spiaggia. Sono le questioni su cui il centrodestra di Vasto chiede la convocazione del Consiglio comunale. “Oggi Francesco Paolo D’Adamo protocollerà la richiesta in municipio”, annuncia Mario Della Porta (Pdl-Vasto giovani).

“Da 4 mesi il centrosinistra non convoca il Consiglio. Pe la seconda volta provvediamo noi a farlo”, sottolinea l’ex candidato sindaco.

E torna a chiedere un forum sulla sicurezza l’ambientalista Ivo Menna (La Nuova Terra): “Il 29 febbraio 2012 ho protocollato una lettera aperta al sindaco Lapenna, chiedendo di promuovere un Forum sulla sicurezza a Vasto. Dalla richiesta del forum intendevo far emergere la complessità dei fenomeni sociali che attraversano negativamente la nostra città, non escludendo aprioristicamente l’impiego di telecamere da posizionarsi in zone sensibili.
Abbiamo atteso che ci venisse un segnale, ma ancora non abbiamo ricevuto risposte. Ricordo e rilevo che alle tre rapine a mano armata (la più pesante ai danni della farmacia Russi a Vasto Marina) ne è seguita in queste ore un’ultima ai danni di altro esercente di valori bollati.
La questione sicurezza quindi si ripropone seriamente stando agli ultimi episodi che vedono la crescita delle rapine e della violenza ad esse collegata.
Tutti fatti che lasciano sgomenti e che interrogano le Istituzioni pubbliche dagli amministratori, al prefetto, alle forze di polizia, e che chiedono risposte adeguate. La cittadinanza è scossa e preoccupata e spera che tutto questo non sia il frutto di organizzazioni complesse, ma solo episodi di violenza individuale scaturiti da una devastante crisi economica che non si può più nascondere. Sono gli effetti di una crisi economica che si scarica sui meno abbienti, giovani disoccupati, e disperati per mancanza di lavoro? Altri dati allarmanti sono le vendite di immobili presso il Tribunale di Vasto, segno codesto di situazioni debitorie di imprese e famiglie; la crescita delle sale da gioco con slot machine, poker on line e altri giochi di azzardo, frequentate da studenti, e altre fasce tra cui pensionati con le inevitabili conseguenze sul piano sociale come indebitamento e nuove patologie come la ludopatia. Per ricercare le cause di questo crescente fenomeno deviante è opportuno che il capo della città, il sindaco, si attivi urgentemente per la convocazione di un Forum al quale dovranno partecipare tutti gli amministratori locali, provinciali, regionali (i rappresentanti vastesi), tutte le forze dell’ordine, le chiese locali, le associazioni di volontariato, la dirigenza scolastica di ogni ordine, i sindacati, i rappresentanti della stampa, il responsabile del Sert, il procuratore capo, il Prefetto di Chieti”.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su