vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

"La patente a punti?Mettiamola all'amministrazione comunale"

Più informazioni su

VASTO – “La patente a punti mettiamola all’amministrazione: un numero limitato di sciocchezze da dire e da fare e ad esaurimento punti via a casa”. La proposta provocatoria è di Andrea Iannone, cantante vastese del gruppo Overcut. Con l’arrivo della primavera tornano le polemiche dello scorso anno sulla musica dal vivo. Il tira e molla tra amministrazione comunale da un lato, gestori e musicisti dall’altro, sull’intrattenimento serale e notturno fuori dai locali ha monopolizzato le ultime due estati. Quest’anno, con la stagione turistica che si avvicina, il problema è sempre il medesimo: trovare un punto d’incontro tra gli amanti della movida e coloro che di notte vogliono dormire. A settembre del 2009, Iannone aveva già scritto una lettera aperta in cui criticava pesantemente l’amministrazione Lapenna, parlando di metodi “dittatoriali” riguardo alle ordinanze sulla quiete pubblica.   “Non riescono a fare un regolamento degno di una località turistica e il 20 di aprile si sta ancora discutendo su come affrontare l’estate. Ovviamente se non erano stati capaci prima perché dovrebbero esserlo ora? E infatti non è cambiato assolutamente nulla”, attacca il cantante. “La patente a punti dei locali?”, proposta lanciata dai consorzi Vivere Vasto Marina e Vasto in centro. “Idea funzionale forse in una città grande come Torino ma qui a Vasto non ci dovrebbe essere bisogno di ricorrere a questo, e poi siamo sicuri che alcuni membri dell’ amministrazione non userebbero questo mezzo per dare addosso ai gestori dei locali?. Ma fino a qualche anno fà come si faceva? l’estate si suonava e si organizzavano eventi, il turismo era di gran lunga superiore a livello numerico, le iniziative nascevano giorno per giorno e si respirava un clima più sereno. Ora si guarda all’estate come ad un incubo, una piaga biblica da controllare per limitarne i danni”. “Non si possono rovinare tutti gli anni i tre mesi estivi. Sì perchè la musica, gli eventi estivi o la movida non sono l’unico problema: ci sono anche le fogne di Vasto Marina che, le condizioni precarie della pista ciclabile che oltre ad essere usata come passeggio pedonale, cosa civicamente scorretta, non ha un minimo di manutenzione e di controlli”. Per questo “la patente a punti – polemizza Iannone – mettiamola all’amministrazione, un numero limitato di sciocchezze da dire e da fare e ad esaurimento punti via a casa”. Redazione Vastoweb

Più informazioni su