vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Ossa umane tra i rifiuti, dissequestrata l'area dei capannoni

Più informazioni su

VASTO – La Procura di Vasto ha dato il via libera al dissequestro dell’area in cui sono stati rinvenuti frammenti di ossa umane. Tornano ad essere completamente utilizzabili i capannoni comunali di contrada San Leonardo, alla periferia settentrionale di Vasto.

Nell’area erano stati trovati rifiuti speciali e anche pericolosi, come le lastre di amianto. Tutto sequestrato dai carabinieri, che avevano transennato “i rifiuti classificati come speciali, che vanno portati negli appositi impianti autorizzati allo smaltimento”, spiegava il capitano Giuseppe Loschiavo, comandante della Compagnia di piazza Dalla Chiesa.

Eseguite dalla Asl provinciale le analisi necessarie a supportare le indagini, la magistratura ha disposto il dissequestro, notificato dai militari al Comune di Vasto.

La notizia del 3 aprile – Una decina di bare di zinco contenenti resti di cadaveri. Frammenti di ossa umane. La macabra scoperta è stata fatta stamani nell’area dei capannoni comunali di contrada San Leonardo, alla periferia settentrionale di Vasto.

Sul posto i carabinieri, gli agenti del Corpo forestale dello Stato, un medico legale e alcuni ufficiali sanitari. Pare che i frammenti ossei siano rimasti nelle bare a seguito di alcune operazioni di dissotterramento eseguite al cimitero di Vasto. Ma più in generale i sanitari sono rimasti allibiti dalle condizioni in cui versano i capannoni comunali di contrada San Leonardo, non lontano da località Incoronata.

Redazione Vastoweb

Più informazioni su