vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

"Pulchra: se accuse confermate, conseguenze politiche"

Più informazioni su

VASTO – Rispetto alle polemiche sui finanziamenti erogati a favore delle associazioni che hanno eseguito a Vasto lo start-up della raccolta differenziata, “la vicenda penale è un altro discorso. Se ci saranno responsabilità dei singolii, è presto per dirlo. L’inchiesta è solo all’inizio, ragion per cui mi sembrano inopportuni i processi mediatici”.

Lo ha detto Anna Suriani, assessore all’Ambiente del Comune di Vasto, rispondendo alle domande di Vastoweb sull’inchiesta che la Procura di Vasto, il Nucleo di polizia tributaria di Chieti e la Digos del capoluogo hanno condotto sulla Pulchra, la società mista di cui il Comune è titolare del 51% delle azioni e la Sapi di Gianni Petroro del 49%. E’ la spa che si occupa dell’igiene urbana in città. Petroro, insieme al presidente, Enrico Tilli, e al consigliere d’amministrazione Ezio Di Santo sono stati raggiunti dagli avvisi di conclusione indagini emessi dal Gip del Tribunale di Vasto, Anna Rosa Capuozzo, su richiesta del procuratore capo, Francesco Prete.

“Se dovesse essere accertato che la Pulchra ha fatto ricorso al subappalto oltre i limiti previsti dalla legge, allora ci sarebbero delle conseguenze politiche”, ha dichiarato la Suriani. Un concetto espresso nella conferenza stampa di stamani anche da Marco Marra, assessore ai Lavori pubblici, secondo cui “non diciamo: Non ci importa niente dell’inchiesta in corso. Se la magistratura dovesse accertare l’esistenza di responsabilità, ci sarebbero conseguenze politiche”.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su