vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Vanno al matrimonio e al ritorno trovano le auto ripulite

Più informazioni su

VASTO – Ancora auto svaligiate dai ladri. E ancora una un volta torna l’attenzione sul parcheggio nelle aree di risulta dell’ex stazione ferroviara di Vasto Marina.

L’episodio – Domenica mattina in molti scelgono il parcheggio dell’ex stazione ferroviaria di piazza Fiume per recarsi al matrimonio di Marco e Giuseppina presso la chiesa di Stella Maris. Alcuni approfittano dell’ombra nella zona vicino alla discesa che poi riporta in via Donizetti, in ogni caso si tratta di una zona a vista. Tutte le auto hanno il classico fiocco bianco che si utilizza nei matrimoni.

Per i ladri è la certezza che i proprietari saranno lontani per un bel po’. La cerimonia in chiesa dura dalle 12 alle 13.15. Quando tornano a parcheggio per riprendere le auto e recarsi al pranzo per due famiglie arriva l’amara sopresa che rovina la giornata.

La Fiat Punto, di proprietà di una donna vastese è stata forzata. La serratura dal lato del guidatore non funziona, segno che è stato utilizzato qualche strumento per aprirla. I ladri hanno rovistato all’interno dell’abitacolo. Hanno cercato anche nel bagagliaio, da cui hanno portato via una busta contenente degli abiti da ricambio da utilizzare in caso di necessità.

Anche un’altra auto è stata svaligiata. Si tratta dell’Alfa 147 di un giovane di Casalbordino, cugino dello sposo. Per poterla aprire i ladri hanno sfondato un finestrino. Anche qui si sono accontentati di portare via degli abiti contenuti nel portabagagli. Fortunatamente non sono riusciti a trovare la busta con i soldi da regalare agli sposi. All’interno c’era una cospicua somma di denaro.

L’area – La zona del parcheggio, che d’estate contribuisce non poco a snellire la caotica situazione del traffico alla marina, torna al centro delle cronacheper episodi spiacevoli. In attesa di un progetto concreto per la valorizzazione della zona, a servizio dei cittadini, qui le criticità restano molte, a cominciare dalla sicurezza.

Giuseppe Ritucci

Più informazioni su