vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Legge elettorale, oggi a Vasto la raccolta di firme del Pdl

Più informazioni su

PESCARA – “Oggi piu’ che mai, per ristabilire il rapporto tra parlamentare e territorio, bisogna tornare al sistema delle preferenze, quello piu’ diretto, che consente al cittadino di scegliere il proprio rappresentante in Parlamento, ma che permette di scegliere anche il proprio Governo e il proprio rappresentante come presidente del Consiglio”. Con queste parole il senatore Fabrizio Di Stefano (Pdl) ha lanciato in Abruzzo una raccolta firme finalizzata a richiedere al Parlamento la
modifica dell’attuale norma elettorale. I dettagli dell’iniziativa sono stati illustrati a Pescara. Presenti, oltre a Di Stefano, i consiglieri regionali Lorenzo Sospiri, Emilio Nasuti e Federica Chiavaroli (Pdl). La raccolta’ firme – promossa non con il simbolo del Pdl, ma dalla fondazione ‘Cantiere Abruzzo’ – verra’ effettuata nelle principali piazze della regione, durante il prossimo
weekend.

“La proposta in questione – ha spiegato Di Stefano – e’ gia’ stata presentata in Senato; primi firmatari sono i senatori Gaetano Quagliariello e Maurizio Gasparri e ad averla sottoscritta ci sono anche io. Prima dell’estate ne abbiamo discusso anche con il presidente Berlusconi. Per evitare che il simbolo di un partito impedisca a qualche elettore che ritiene giusta questa scelta di sottoscrivere l’iniziativa, abbiamo deciso di presentarla come associazione culturale Cantiere Abruzzo, proprio perche’ riteniamo che il desiderio di tornare a scegliere i propri eletti non riguardi
solo il popolo del centrodestra”. “La situazione di stallo che c’e’ a livello parlamentare non e’ piu’ sopportabile – ha sottolineato il senatore – c’e’ questo distacco enorme che si e’ venuto a creare tra l’elettore e l’eletto, tra la politica e gli amministrati. Ci stiamo mobilitando in tutta Italia, speriamo che questa iniziativa venga raccolta anche a livello parlamentare”.

“Speriamo inoltre – ha proseguito – che la sinistra non continui con questo inutile traccheggiamento, proponendo eventualmente i collegi, che comunque permettono ancora una volta ai partiti di scegliere i candidati, perche’ e’ chiaro che sul collegio elettorale, com’era il ‘mattarellum’, non e’ il popolo a scegliere chi si candida, ma e’ il partito a designare il candidato. Invece le preferenze permettono a tutti i candidati di correre e poi di vedere chi e’ piu’ scelto’. ‘Appare evidente che c’e’ chi rema contro e vorrebbe mantenere il cosiddetto porcellum – ha aggiunto Di Stefano – noi riteniamo che questo sistema vada al piu’ presto cambiato, i tempi ci sono perche’ noi non siamo per andare alle elezioni anticipate. Crediamo che una spinta, un impulso dal territorio possa essere d’aiuto a trovare al piu’ presto la soluzione. Ci mobiliteremo su tutto il territorio regionale il prossimo week end – ha concluso il senatore – e contiamo di trasmettere il tutto a Roma entro un paio di settimane”.

La mobilitazione avverrà nei giorni dei sabato 8 e domenica 9 settembre con le seguenti
modalità:

-PESCARA – PIAZZA SALOTTO- SABATO E DOMENICA 10-13 / 16-20
-MONTESILVANO – LUNGOMARE- SABATO E DOMENICA 10-13
-CHIETI PIAZZA – VICO SABATO 10-20
-AVEZZANO – PIAZZA RISORGIMENTO – SABATO 9-14
-VASTO – DOMENICA MATTINA
-VASTO MARINA – SABATO MATTINA
-LANCIANO – CORSO TRENTO E TRIESTE DOMENICA – 9-13
-FRANCAVILLA – PIAZZA SIRENA DOMENICA 9-13
-ATESSA
-SAN SALVO
-VAL DI SANGRO (BAR ” I Gemelli”)

Più informazioni su