vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Lo Slai Cobas commenta la riassunzione di Pacilli in Pilkington

Più informazioni su

VASTO. Il giudice di Vasto, Stefania Izzi, ha decretato nullo il licenziamento e contestualmente disposto il reintegro per Alfonso Pacilli, operaio Pilkington-NSG di San Salvo, militante Cobas, licenziato 5 mesi fa, mentre era in infortunio, per aver osato denunciare per minacce un capo aziendale.
Dopo il reintegro, qualche mese fa, dell’operaio Mario Menna alla Bravo, azienda satellite della Pilkington, oggi la multinazionale del vetro subisce un’altra dura sconfitta, che manda in frantumi i suoi teoremi persecutori e il suo esercizio discrezionale di un’arroganza padronale che fa sfregio dei diritti dei lavoratori e si ritiene al di fuori e al di sopra della legge.
Pur non conoscendo ancora le motivazioni della sentenza, esprimiamo la nostra soddisfazione, ci congratuliamo con il compagno Alfonso e speriamo che la Pilkington in futuro faccia tesoro di questa sentenza e divenga meno irriguardosa nei confronti dei diritti dei propri dipendenti e di quelle organizzazioni sindacali che cercano di difendere, senza compromessi, i lavoratori.
Evidentemente anche ad una potenza come la Pilkington non tutto è consentito.
Nel contempo prendiamo atto  dell’assordante silenzio in merito a questa vicenda da parte di Cgil-Cisl-Uil, che, “tanto impegnate” nella salvaguardia dell’occupazione in Pilkington, non hanno trovato il tempo di interessarsi o almeno di spendere una parola sul licenziamento ingiustificato di un singolo lavoratore.

V/Bem

Più informazioni su