vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Dalla pallavolo al palco di Miss Italia, sogni e speranze della bellissima Martina Cionci

Più informazioni su

VASTO. Reduce dall’esperienza televisiva di Miss Italia 2012 incontriamo la vastese Martina Cionci in un momento di relax nella sua città d’origine prima che si trasferisca a Pescara per gli studi universitari e ci togliamo qualche curiosità, conoscendola meglio, approfittando della sua disponibilità.

Martina complimenti, intanto, per lo spirito con cui hai affrontato questo concorso di bellezza e per la fascia da Miss Sport Diadora che hai vinto. La prima cosa che vogliamo chiederti è di raccontarci in lungo e largo questa tua esperienza, le emozioni, le difficoltà se ne ce son state e  se davvero in questi casi voi ragazze venite tenute ‘a stecchetto’. Insomma il Miss Italia di Martina Cionci.

“Tutto è arrivato inaspettatamente! Dalle fasi provinciali a quelle regionali e subito a Montecatini per le prefinali! Quando ho saputo che ero tra le 101 non ancora riuscivo a realizzare! All’inizio spostarmi tra l Abruzzo e le Marche è costato qualche sacrificio sia per me ma soprattutto per i miei genitori che mi hanno seguita dall’inizio in ogni tappa del mio percorso! Una volta iniziato era bene arrivare fino alla fine. Non siamo state a dieta, anzi.. ogni giorno ci riempivano di merendine e “schifezze” varie. Quando ho vinto la fascia nazionale è stata una vera sorpresa perché inaspettatamente sono stata portata su un palco e premiata assieme ai responsabili della Diadora”.

Spesso i migliaia di telespettatori si chiedono se gli abbracci che ci sono nel programma siano veri o solo finzione a causa della competitività. Se all’interno di questi concorsi di bellezza si possano davvero instaurare dei rapporti di amicizia. Tu hai avuto modo di stringere contatti con le altre ragazze e approfondire la loro conoscenza? Come è andata sotto questo punto di vista?

“Durante tutto il percorso ho conosciuto molte ragazze tranquille e personalmente non ho sentito una forte competizione! Certo conoscerle tutte era impossibile peró sono riuscita a costruire anche bei legami e al momento sto portando avanti queste amicizie! Non ho visto screzi e litigate almeno davanti ai miei occhi”.

Sei stata premiata con la fascia di Miss Sport.  Una fascia che ti rispecchia in quanto tu sei una ragazza che ama molto lo sport e la pallavolo in particolare. L’hai ripetuto anche durante il programma . L’anno scorso hai giocato in B insieme a Caterina Dr Marinis, quanto è stato importante avere accanto una con tanta esperienza come lei alle spalle e che rapporto c’era nel gruppo anche fuori dal campo. Voi eravate una squadra con il giusto mix tra giovanissime e ragazze di esperienza consolidata.

“La passione per la pallavolo è nata grazie a mia sorella Alessandra! Anche lei l’ ha praticata per moltissimi anni ma a causa della scomparsa del suo allenatore Mauro e dell università ha preferito lasciare! Ho deciso di continuare a percorrere la strada che lei ha dovuto interrompere!Ho iniziato con i centri Cas di Rita Ciminieri e poi sono stata presa da Maria Luisa Checchia e Ettore Marcovecchio che a livello agonistico mi hanno dato la possibilità di migliorare e di crescere a livello caratteriale poiché reggere duri allenamenti non è stato per niente semplice e soprattutto rinunciare a gite scolastiche e a uscite varie con gli amici. Ritengo sia una cosa giustissima aver creato una squadra di giovani atlete, anche perché i giovani sono il futuro e per crescere bisogna fare esperienza bene o male che  vadano le cose alla fine! Certo avere in campo una Caterina de Marinis con un grande bagaglio di esperienza ci ha aiutate molto. Lei ci aiutava nelle disposizioni in campo e provava a tirarci su quando le cose non andavano come speravamo.Il gruppo in generale è sempre stato solido siamo spesso uscite tutte assieme! Non potrò mai dimenticare la promozione in serie B2   penso sia una delle cose più belle che mi potevano accadere. Ma come tutte le cose belle…non poteva durare per sempre! Adesso per motivi universitari la maggior parte di noi ha dovuto lasciare o trovare squadre nella città dove ha scelto di studiare! Io a Pescara spero di trovare una squadra, con calma mi informerò! Al momento ho sistemato casa qui e l immatricolazione per mediazione linguistica, dove mi toccherà studiare spagnolo e russo! Nel frattempo inizierò a lavorare per la Diadora a breve! Piano piano ci sarà spazio per tutto”.

Nel tempo libero cosa ami fare? Hobby, passioni particolari oltre la pallavolo?

“Lo sport mi piace in generale. Seguo anche il calcio più di altri e sono tifosa Juventina. Forse ora questa cosa porterà qualche dissenso .. Le partite della Juve davanti la tv con mio padre non possono mancare quando sono a casa….Adesso manca solo l orologio bianco nero da trasferire da vasto alla cameretta a Pescara e posso dire di aver sistemato tutto . Poi uscite con amiche e cose normalissime delle ragazze della mia età“.

In questo periodo sicuramente sarai stata tartassata di e mail o sms di corteggiatori oltre che di complimenti generici. Come stai reagendo a questa “popolarità” se cosi la possiamo chiamare e cosa pensa dell’amore la bella Martina.
“L’amore….un parolone! Non ho avuto storie e sono tutt’ ora single! Mi definisco uno spirito libero, al momento sto bene da sola….o semplicemente ancora trovo la persona giusta! Io ritengo inutile cercare l amore…arriva da solo quando meno te l’aspetti. Sono una persona tranquilla non mi piace prendere in antipatia le persone! Preferisco sempre prima conoscerle e poi giudicarle….ho cambiato spesso pareri!Non ho un prototipo di ragazzo ideale! L’uomo perfetto non esiste ma la cosa più importante che un giorno vorrei dall’ altra persona è il rispetto prima di tutto!In questi giorni arrivano e-mail di ragazzi che nemmeno conosco ma preferisco leggerli e lasciarli li…. mi limito a un “grazie e buona giornata”.

Infine la famiglia. Quell’elemento così importante nella vita di ognuno. Che rapporto hai con i tuoi e le tue due splendide sorelle. Quanto contano loro nella tua quotidianità e nel tuo cammino?

“Tutti loro mi hanno seguita e sostenuta durante il percorso a Miss Italia assieme agli amici più stretti. Ed è grazie a loro che non ho mollato….sapevo che mi sostenevano anche a km di distanza! E so che continueranno a sostenermi…In futuro ripeto mediazione linguistica apre molte strade, oggi sapere più lingue serve a tanto! Se dovessi avere proposte nel mondo dello spettacolo ben venga. Un sogno sarebbe poter avere il meglio e dare il meglio non solo a me stessa ma anche a chi mi è realmente vicino”.

Tiziana Smargiassi

 

Più informazioni su