vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

"Siamo in grado di subentrare subito nella gestione della piscina", parla la 'Mille Sport'

Più informazioni su

VASTO. “La Mille Sport San Salvo è in grado di subentrare immediatamente alla gestione dell’impianto di Vasto, avendo già l’organico e la struttura necessari per rispettare le pattuizioni di cui al contratto di appalto a suo tempo ripassato tra l’Amministrazione comunale e la Sport Management S.p.A.”

Il presidente della Mille Sport torna all’attacco sul caso della piscina di Vasto chiedendo al Comune di risolvere il contratto di affido alla Sport Management e affidare la struttura alla Mille Sport.

La Millesport, giunta seconda alle spalle della società veronese nella gara d’appalto per la gestione dell’impianto comunale, motiva anche la sua richiesta. Il nodo cruciale è legato ai lavoratori della Cooperativa Co.Me.Te., rimasti senza lavoro in quanto non riassunti dalla nuova società.

Ed è qui che si inserisce l’azione legale della Millesport:
“In occasione della gara di appalto per l’affidamento in concessione dell’impianto natatorio del Comune di Vasto (piscina Comunale)- spiega il presidente Gianmichele Fidelibus della Cooperativa Millesport – la Società Cooperativa da me rappresentata è risultata “seconda classificata” (ad oggi è variata unicamente la ragione sociale da “Cooperativa Millesport” a “M. Sport San Salvo Soc. Coop. Sp. Dil”, essendo rimasta invariata la compagine sociale, la sede, la partita Iva e la struttura societaria) ;
– la prima classificata, “Sport Management S.p.A.”, una volta sottoscritto il contratto di appalto relativo all’affidamento in concessione dell’impianto in parola ed assuntasi gli obblighi in tale contratto contenuti non ha tenuto fede ai propri impegni così rendendosi irrimediabilmente e gravemente inadempiente nei confronti del Comune di Vasto ;
– tanto è vero quanto precede che il caso più eclatante della “gestione” della Sport Management S.p.A. è stato il mancato re-impiego del personale già in servizio presso la predetta struttura natatoria. Si è espressa, per tale problematica, la competente Magistratura, ed ha condannato la Sport Management S.p.A. al rispetto delle pattuizioni contrattuali, non mancando, il Giudice del Lavoro di Vasto, di far rilevare nella propria sentenza (pagg. 3 e 4, punto n. 4 della sent. del G.U.L. di Vasto, n. 110/2012) come “… risulta documentalmente provato che la società concessionaria (la Sport Management S.P.A) sia stata INOTTEMPERANTE ALL’OBBLIGO CONTRATTUALMENTE ASSUNTO …”;
-di tale “inottemperanza” è stato, ovviamente, prontamente informato, dai diretti interessati, il Comune di Vasto che, però, nonostante tale evidente e perdurante inadempimento, non ha ancora provveduto alla pronta risoluzione del contratto di concessione stipulato con la predetta Sport Management S.p.A. ;
– per amore di completezza si specifica che gli inadempimenti contrattuali della Sport Management S.p.A. non terminano con quanto sopra riportato tant’è che, a titolo di esempio (ed in via non esaustiva), risulta, tra l’altro, che la Sport Management S.p.A. abbia affidato la pulizia della piscina alla società “Puma” con sede in Udine, così contravvenendo anche al divieto di sub-concessione previsto dall’art. 11 del ridetto contratto di appalto .
Premesso tutto quanto precede, con la presente si formula formale istanza affinché il Comune di Vasto, senza ulteriore indugio, dichiarato il grave inadempimento contrattuale della Sport Management S.p.A. ed annullato in contratto di appalto con la stessa sottoscritto, affidi la concessione dell’impianto natatorio di Vasto (piscina Comunale) alla seconda classificata in occasione del bando di gara relativo, appunto, alla concessione sopra indicata .
Tale richiesta, oltre che evidentemente corretta da un punto di vista procedurale e di merito, risulta anche vantaggiosa (melius “non penalizzante”) per l’interesse pubblico atteso che il servizio (e, quindi, gli utenti) non soffrirebbe alcuna interruzione giacché la M. Sport San Salvo da me presieduta è in grado di subentrare immediatamente alla gestione dell’impianto di Vasto, avendo già l’organico e la struttura (come specificati in occasione del bando di gara) necessari per rispettare le pattuizioni di cui al contratto di appalto a suo tempo ripassato tra l’Amministrazione comunale e la Sport Management S.p.A.”

V/Red

Più informazioni su