vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Il titolare di Risparmio Casa chiede i danni ai tre dipendenti 'infedeli'

Più informazioni su

VASTO. La sentenza di condanna a 9 mesi di reclusione non esaurisce la vicenda giudiziaria dei tre dipendenti di Risparmio Casa filmati mentre portavano fuori dal magazzino merce prelevata dagli scaffali. Il titolare dell’azienda, Giuseppe Di Camillo ha affidato al legale del gruppo, l’avvocato Nicola Rullo l’azione legale in sede civile contro i tre lavoratori infedeli, uno dei quali addirittura vice direttore nonché dipendente modello premiato per l’eccellente condotta. Risparmio casa chiede un risarcimento di 60mila euro. A tanto ammonta fino ad oggi il danno calcolato. “La somma più precisa degli ammanchi verrà fatta con l’inventario di fine anno”, spiega il dirigente del commissariato, Cesare Ciammaichella. “Quello che mi preme sottolineare è il grande valore in sede giudiziaria della videosorveglianza. Quando come in questo caso le immagini sono nitide e mostrano senza ombra di dubbio quello che accade, per l’autorità di pubblica sicurezza e la magistratura sono preziose alleate e collaboratrici”, ha tenuto a rimarcare il vice questore. I legali dei tre dipendenti, gli avvocati Sebastiano Del Casale, Giovanni Di Santo e Vittorio Facciolla si preparano quindi ad un’altra battaglia legale, questa volta in sede civile.  


paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su