vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Cancellazione treni e corse: "Siamo esasperati. I politici intervengano"

Più informazioni su

VASTO. La protesta è in arrivo. I pendolari del Vastese sono esasCnerati e infuriati. Il piano di riordino di Trenitalia ha praticamente cancellato molte stazioni della direttrice Adriatica. Dalle 15,30 alle 8 del mattino successivo a Vasto non ci sono più fermate di treni per Pescara. E dal 10 dicembre con l’entrata in vigore dell’orario invernale sarà ancora peggio. La popolazione punta il dito contro politici e  amministratori abruzzesi. “E’ evidente che per i loro spostamenti usano l’auto. Ma un vastese o anche un residente di San Salvo, Cupello ,Monteodorisio, Casalbordino e degli altri 30 comuni del territorio che avesse necessità di raggiungere Milano, o le altre zone del nord Italia, in treno durante la notte come deve fare? Cosa aspettano i politici per intervenire? Forse che Trenitalia tolga i binari?”, chiede provocatoriamente a nome dei viaggiatori G.F., 50 anni di Vasto.In effetti basta guardare l’orario dei treni per accorgersi che prima delle 8 non sono previste fermate dei convogli diretti a Pescara. Dalle 8,10 alle 9 di treni ce ne sono addirittura tre fra intercity e locali. Poi ci sono altre tre fermate fino alle 15,30. “Dopo di quell’ora il nulla” protestano gli utenti chiedendo l’intervento immediato del sindaco di Vasto. E  Lapenna risponde: “Trenitalia ci ha fornito nei giorni scorsi notizie sconfortanti. E’ lo Stato che ha deciso i tagli. Nel corso del prossimo Consiglio comunale, l’assise elaborerà un documento da inviare a Trenitalia”.

tizianasmargiassi@vastoweb.com

 

 

 

Più informazioni su