vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Riprende l'incidente probatorio sul presunto uccisore di Adele ed Emilio Del Vecchio

Più informazioni su

VASTO. L’omicidio Del Vecchio torna all’attenzione dei periti incaricati di eseguire l’incidente probatorio su Marco Del Vecchio, 37 anni il figlio dei due coniugi uccisi il 15 novembre con 100 coltellate. Un pool di esperti cercherà di ricostruire il comportamento dell’indagato la sera dell’omicidio e soprattutto appurare le sue condizioni psichiche. Oggi esperti ed avvocati sono tornati nel carcere di Torre Sinello, Roberta Bruzzone che rappresenta la parte offesa, Simonetta Costanzo e il marito Francesco Bruno incaricati dalla difesa dell’accusato, Ferruccio Canfora e Giuseppe Orfanelli periti della procura e del gip. La grande incognita è rappresentata dalla volontà di Marco Del Vecchio di collaborare o meno. Da un mese l’uomo fa scena muta. I periti lavoreranno ciascuno per proprio conto in modo autonomo. Ognuno farà le proprie valutazioni. La perizia probabilmente non sarà particolarmente lunga a meno che dalla casa di via Anghella, teatro del duplice omicidio (che presto sarà nuovamente esaminata) non emergeranno particolari imprevisti. Entro Natale arriveranno anche i risultati dei Ris di Roma sul Dna delle tracce ematiche trovate nell’appartamento e sugli abiti di Del Vecchio, ma anche sui reperti rinvenuti sotto le unghie delle vittime. L’accusato nega di essere l’autore del duplice omicidio. Esperti e tecnici forniranno presto il proprio parere.
tizianasmargiassi@vastoweb.com

Più informazioni su