vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Il Segretario Del Casale (Pd) traccia bilancio del primo anno di attività

Più informazioni su

VASTO. Antonio Del Casale compie un anno di segretariato del Pd a Vasto e si presenta alla stampa per un bilancio della sua attività: “Ho promosso un convegno sulla MacroRegione Adriatica e voluto che le scelte amministrative passassero per il partito”.

Questi i risultati (tangibili?)  che i cittadini di Vasto avrebbero dovuto toccare con mano nel giudicare l’azione del segretario, che continua- “Ho riportato il dibattito all’interno del partito facendo in modo che le scelte di natura politica e amministrativa passassero  attraverso il Direttivo”.

Il che tradotto dal politichese significa ho avuto il mio bel da fare per tenere in piedi e nei ranghi un partito che amministra la città ed i cui esponenti sono tutti alla ricerca più o meno, spasmodica, di una collocazione politica futura.

Infattti chiosa il segretario:” Veniamo al grande momento delle primarie che ha visto Vasto, città in cui c’è stata la più alta affluenza alle urne, della Provincia di Chieti, ed in cui avremo un posto sicuro per Maria Amato ed uno border line per Angelo Pollutri”.

In effetti oggi di primarie bisognava parlare perché il Pd tiene banco sulla scena politica italiana soprattutto per quelle. C’è da augurarsi che delle decisioni piovute da Roma non rendano sterili se non inutile lo sforzo compiuto dai cittadini di Vasto e del suo comprensorio, nel recarsi a votare, venga vanificato non riconoscendo al territorio la rappresentanza che secondo le regole, ma purtroppo Bersani permettendo, dovrebbero dare a Vasto, almeno una rappresentanza di rilievo.

 Sarà quindi il secondo anno quello in cui si dovrà confermare il lavoro del segretario Del Casale con risultati inequivocabili,  nel sostegno al sindaco Luciano Lapenna, che non si è candidato alle primarie e non è certo raggiante per questo, nelle aspettative del Presidente del Consiglio comunale, Giuseppe Forte, Vincenzo Sputore, Lina Marchesani e sicuramente di tanti altri, perché allora sì che il rilanciato dibattito interno potrebbe andare a farsi benedire.

“Buon compleanno” segretario e buon lavoro, ma soprattutto buona fortuna. 

paoladadamo@vastoweb.com

Più informazioni su