vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Il partito di Antonio Di Pietro perde altri due esponenti:Spadaccini e Baccalà

Più informazioni su

VASTO. Nei mesi scorsi era stato Corrado Sabatini a lasciare l’Idv per passare al Psi, oggi invece, sono  il vice sindaco Antonio Spadaccini ed il consigliere Elio Baccalà a lasciare il partito dell’ex Pm.  Resteranno nella maggioranza guidata dal sindaco Luciano Lapenna ma senza più il simbolo Idv. 

 Ancora guai quindi per il sindaco di VastoLuciano Lapenna  che da tempo, nonostante le richieste del Psi, continua a rinviare il rimpasto di giunta.

In una lettera Spadaccini e Baccalà spiegano che nel  2012, nell’Italia dei Valori molto è cambiato. “Troppo per i sottoscritti che, candidati al Consiglio comunale di Vasto nelle liste di questo partito, ricoprono attualmente l’uno il ruolo di capogruppo, l’altro di assessore alle Politiche sociali e vice sindaco della città. L’IdV, a livello nazionale, è infatti definitivamente fuori dalla coalizione di centro-sinistra. A noi appare inaccettabile che il vertice del partito tenda ad attribuire sempre ad altri ‘gli errori’ e le responsabilità, senza mai riuscire a fare giusta e salutare autocritica. Anche dopo il discorso di fine anno di Giorgio Napolitano, il presidente dell’IdV, Di Pietro, ha nuovamente e pesantemente criticato il nostro Presidente della Repubblica. Nel corso del 2012-scrivono i due firmatari nella lettera- e molto prima delle recenti criticità, si sono definitivamente allontanati numerosi iscritti ed alcuni dirigenti. Abbiamo così assistito all’esodo dal partito di persone preparate e stimate, nel direttivo e nella città, che ci avevano coinvolto nel dibattito politico e sostenuto, sicuramente non meno di altre, nell’azione amministrativa.

Tuttavia, non possiamo sottacere che alcune decisioni ed imposizioni “superiori”, dichiaratamente non condivise dalla maggioranza del direttivo locale, hanno pesantemente contribuito a determinare tali abbandoni. Questi appena esposti sono essenzialmente i motivi per cui non ci riconosciamo più nell’IdV di oggi.  Perciò decidiamo di uscirne. Nulla cambia, da parte dei sottoscritti, nel personale sostegno, convinto e collaborativo, al sindaco di Vasto ed alla sua maggioranza”.

Paola D’Adamo     paoladadamo@vastoweb.com

Più informazioni su