vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Sconfitta a tavolino contro l'Atessa: pronto il ricorso del Vasto Rugby

Più informazioni su

VASTO. Il giudice sportivo federale ha capovolto il risultato ottenuto sul campo dal Vasto Rugby contro l’Atessa decretando la sconfitta a tavolino degli Arciglioni per 20-0 con ulteriori quattro punti di penalizzazione e una multa di cento euro. Sembra uno scherzo ma è la verità e la società del presidente Massimiliano D’Onofrio sta preparando in queste ore il ricorso per una vicenda che ha dell’incredibile. E’ una situazione assurda quella che stanno vivendo giocatori, dirigenti e tifosi del Vasto Rugby, offesi come sportivi e sbeffeggiati come rugbisti dopo tanti sacrifici fatti in campo, per una decisione che non si spiega. Stiamo ai fatti: Vasto sconfigge Atessa 25-10 il 23 dicembre scorso.  Il risultato viene omologato il 3 gennaio 2013. Ventiquattr’ore dopo, la doccia fredda. La Fir Abruzzo afferma che da ulteriore verifica del referto arbitrale da parte del giudice sportivo sarebbe emerso che il Vasto Rugby abbia presentato in distinta 20 giocatori di formazione italiana e uno di formazione straniera. Le regole per la serie C impongono infatti di avere 21 italiani in presenza di uno straniero in distinta pena la perdita della gara.  Ma la realtà è ben altra. Il Vasto Rugby, pur essendo una società giovane, è consapevole dell’esistenza di tale regola e non avrebbe mai commesso una leggerezza di questo tipo, fra l’altro in una partita tanto importante. Contro l’Atessa gli Arciglioni erano 22, di cui 21 italiani. Al conteggio del giudice sportivo, questo quanto emerso dal comunicato ufficiale velato di mistero, mancherebbe all’appello Loris Santulli.  E qui dall’assurdo si passa al grottesco. Loris Santulli non solo era presente all’incontro, dapprima in panchina col numero 22 e poi in campo al posto di un compagno infortunato, ma ha addirittura segnato una meta, l’ultima del match, come riportato nelle ore successive sul sito del Vasto Rugby e su tutti i giornali locali, nonché sullo stesso portale della Federazione. Ma la comunicazione della Fir Abruzzo contiene un’ulteriore imprecisione: il nome dell’arbitro riportato sul comunicato ufficiale non corrisponde infatti alla persona che ha effettivamente diretto l’incontro vinto con merito dagli Arciglioni. Stranezze, come quella secondo cui il nome di Santulli sarebbe stato cancellato con una riga dal foglio ufficiale dell’incontro. Cancellato da chi? E soprattutto perché? Domande che, si spera, verranno chiarite in sede di ricorso. Il Vasto Rugby dispone di filmati, fotografie e testimonianze di tantissimi spettatori fra le oltre cento persone presenti alla partita che possono testimoniare con estrema evidenza come Santulli abbia disputato l’incontro. Alla luce di queste prove, la società sta preparando il ricorso ufficiale che verrà presentato alla Federazione e si dice sicura di vincerlo e restituire alla squadra e ai tifosi la gioia di una vittoria strameritata. “In attesa degli sviluppi sulla vicenda posso solo dire che per me, che sono il capitano, ma anche per tutti i compagni e la dirigenza la partita contro l’Atessa è stata vinta sul campo e questo conta. Ci prepariamo ora a ripetere quanto di buono fatto vedere in quel match nelle prossime partite,contro le altre squadre e magari riuscire a portare a casa nel girone di ritorno anche il secondo risultato utile contro l’Atessa per poter migliorare il nostro rendimento rispetto allo scorso anno” afferma Nicola Vitelli.

tizianasmargiassi@vastoweb.com

Più informazioni su