vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Discariche abusive e inquinamento: la Fee si rivolge alla Procura

Più informazioni su

VASTO. Di seguito riportiamo un esposto per segnalazioni discariche abusive con materiali altamente infiammabili e con pericolo imminente per la incolumità e salute pubblica redatto dal presidente della Fee ed Eco School Abruzzo, Paolo Leonzio: ‘ Il sottoscritto Paolo Leonzio, n.q. di Presidente di Eco Schools Abruzzo, Ambiente Sport e cultura, associazione di volontariato legata alla FEE Internazionale (La FEE agisce a livello mondiale attraverso le proprie organizzazioni ed è presente in più di 60 paesi nel mondo – in Europa, Nord e Sud America, Africa, Asia e Oceania. L’obiettivo principale dei programmi FEE è la diffusione delle buone pratiche ambientali, attraverso molteplici attività di educazione, formazione e informazione per la sostenibilità.) grazie alla collaborazione dei numerosi volontari, delle scuole aderenti al progetto e del personale assegnato a cura del Tribunale Esecuzione Penale di Pescara (T.E.P.) P R E M E S S O
che durante la riunione del Consiglio Direttivo Regionale del mese di dicembre 2012, questo ha preso atto che le numerose segnalazioni di criticità ambientali di inquinamento di terreni e ruscelli ricadenti nel territorio della costa teatina, inventariate, catalogate, seguite, monitorate e segnalate tempestivamente agli organi competenti da circa un anno, non hanno sortito alcun effetto e le criticità si sono oltremodo aggravate, ergo è stato deliberato all’unanimità di inoltrare il presente atto alla Procura della Repubblica in indirizzo,
E S P O N E Quanto di seguito riportato e dettagliato circa le situazioni di pericolo imminente per la incolumità e salute Pubblica  incombenti sulle discariche di seguito elencate. 1) DISCARICA  ABUSIVA – Strada Bonifica ricadente nel territorio del Comune di Vasto (sotto il viadotto autostradale A 14). La discarica abusiva a cielo aperto è posta accanto al fiume Sinello, è alta  circa due metri per un fronte di circa 100 metri di lunghezza ed  è costituita, ictu oculi, da materiali altamente infiammabili, materassi, pneumatici usati, un fusto da circa 2 q.li di colore verde contenente materiali infiammabile oltre a circa n. 150 barattoli da lt. 1 contenenti acidi per sgrassare fornelli ed altro, rifiuti legnosi di formica e mobilio vario che in caso di incendio farebbero moltissimo fumo rendendo così molto pericolosa la circolazione sul viadotto autostradale, numerose batterie di autoveicoli ed altro materiale non meglio identificato.
2) VECCHIA DISCARICA  COMUNALE DI VASTO – Strada Provinciale  per Monteodorisio, nel territorio del Comune di Vasto (adiacente la S.P. su di un lato;  a valle, costeggia il famigerato e conosciutissimo Vallone Maltempo). La discarica è su un costone, non incappucciata a norma di legge, ma solo ricoperta da uno strato di terriccio da riporto. In caso di piogge abbondanti e nevicate, il terreno assorbe, cede acqua ai rifiuti sottostanti che generano il nocivo percolato che viene smaltito nel vallone sottostante (vista la pericolosità, già è stata oggetto di segnalazione da parte di Eco School al competente Ministero dell’Ambiente). Questo ruscelletto sfocia nel fiume Sinello, che attraversa la riserva naturalistica di Don Venanzio per poi sfociare in mare, in località Torre Sinello, adiacente la riserva marina di Punta ADERCI. La Capitaneria di Porto ha emesso recentemente ordinanza  per vietare la pesca di molluschi per 5 mesi.
3) DISCARICA  ABUSIVA su S.P. 16:  San Salvo – Vasto;  località Colle Pizzuto  (adiacente la S.P. su di un lato;  e dall’altro la recinzione dell’autostrada A 14). La discarica, ictu oculi, contiene materiali infiammabili di ogni genere  ed in caso di incendio è seriamente minacciata la circolazione dei mezzi sulle due arterie stradali in parola.    Il Consiglio Direttivo ECO Schools è disposto, all’occorrenza e su richiesta, a mettere a disposizione di codesta Procura le note raccomandate inviate agli organi competenti; il materiale informativo, supportato da servizi fotografici e relative relazioni con rapporti scritti redatti dal personale assegnato esclusivamente per il controllo del territorio e vigilanza ambientale a cura del Tribunale Esecuzione Penale di Pescara (T.E.P.).  Lo scrivente Consiglio Direttivo Eco Schools, chiede cortesemente di essere messo al corrente nel caso in cui la SS.VV. Ill.ma voglia procedere ad archiviare i casi sopra esposti’.
paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su