vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Vastese-Caldari: 9-0. Bella vittoria ma denuncia sulle condizioni del campo e tifo

Più informazioni su

VASTO. Vince 9-0 la Vastese 1902 in casa contro il fanalino di coda Caldari. Una partita dal sapore particolare, quasi un’amichevole date le condizioni in cui versa la squadra ospite in campo con undici ragazzi encomiabili e volenterosi e un solo cambio a disposizione. Un passivo pesante per una squadra che aveva già preso più di 70 goal. Una buona prova per provare anche nuove soluzioni invece per mister Vecchiotti. Soria out per motivi disciplinari in campo si rivede Avantaggiato che dopo un periodo in cui era stato dato partente è rimasto ad onorare i colori biancorossi seguendo il cuore e accettando ridimensionamento di stipendio. Bene anche Triglione schierato anche oggi difensore centrale dopo la buona prestazione contro il Sambuceto. Aquino solito bomber: tante le reti messe a segno che lo proiettano in buona posizione per vincere il titolo di capocannoniere del girone. Inoperoso Marconato che durante l’intero match elargiva consigli per i più giovani e per la squadra. Nota di colore: un signore, tifoso sempre presente allo stadio Aragona, avvicinandosi a chi aveva vinto tra i presenti le bottiglie di vino Iasci messe in palio dalla società, se n’è fatta offrire una e ha fatto in modo di stapparla e iniziare ad offrire gioiosamente il buon vino a tutti i presenti. Giornata piacevole e che avrebbe dovuto lasciare solo il sorriso anche ai dirigenti del sodalizio biancorosso che invece devono, purtroppo, denunciare la situazione del campo e la poca affluenza di pubblico: “Bene per la partita ed il risultato. Avremmo anche potuto fare di più ma era giusto fermarsi per rispetto dei ragazzi del Caldari. Male invece, anzi malissimo, le condizioni del campo. Qui giocano due squadre e quindi la manutenzione ordinaria che di solito viene fatta per una squadra sola dovrebbe essere addirittura maggiore e invece è completamente assente. Su un terreno di gioco in queste condizioni facile che prima o poi uno dei ragazzi si possa fare male. Chiediamo che venga fatto qualcosa prima che diventi quasi impossibile giocarci sopra. Altra cosa anche vedere la desolazione delle tribune e curve. Abbiamo messo in atto l’iniziativa di estrarre due biglietti a fine primo tempo e assegnare dei premi, in vino ed altro, a chi fosse venuto alla partita acquistando il tagliando ma non abbiamo avuto la risposta che cercavamo. Molti dicono che non si ritrovano nella nostra squadra perchè abituati a veder altre categorie, altro calcio ma noi per arrivare alle categorie che competono dobbiamo passare da qui e non possiamo farcela da soli senza il supporto di un buon pubblico. Ce la stiamo mettendo tutta e continueremo anche con le iniziative per avvicinare più gente possibile alla nostra squadra ma ci aspettiamo una risposta dai vastesi forte” dichiara il presidente Giorgio Di Domenico. “Sono molto contento per come è andata oggi anche se era una partita da considerare ‘diversa’ dalle altre. Anche a Sambuceto domenica scorsa avevamo fatto bene e spero che le cose possano continuare ad andare cosi e vincere questo campionato. Contentissimo di giocare nella squadra della mia città e ancora di più di poter dare il mio contributo come in queste due domeniche. Un onore farlo davanti ai nostri tifosi all’Aragona e portare anche la fascia di capitano per un tempo, che di solito appartiene a Luongo che oggi è uscito per dar spazio anche ad altri” afferma Carlo Triglione. “Contento per i tre punti e di poter dire ancora la mia qui a Vasto. E’ vero a dicembre ero stato messo nella lista dei cosiddetti partenti e invece alla fine con adeguamento di contratto ma soprattutto spinto da questioni affettive verso la squadra della mia città ho rifiutato trasferimenti altrove e sono fiero di poter giocare ancora qui. Spero di vincere questo campionato e di dare una gioia alla nostra città e ai nostri tifosi. Ringrazio per il mio rendimento in campo e comportamento anche Cristo e gli ‘Atleti di Cristo’ di cui io faccio parte. Mi ha cambiato la vita e solo in meglio. Siamo un gruppo che continua a crescere. Con loro ho passato anche la fine dell’anno. Complimenti da fare oggi anche ai ragazzi del Caldari che nonostante mille difficoltà ci mettono la faccia e soprattutto la passione, il cuore venendo a giocare e trovandosi ad affrontare anche situazioni non bellissime. Mi hanno riferito poi che mi saluta un carissimo amico e grande giocatore, Luca Calzolaio. Vorrei rendere il saluto e fargli l’in bocca al lupo per tutto dandogli un forte abbraccio e invitandolo qui da me, nella mia Vasto” commenta a fine partita Daniele Avantaggiato.
VASTESE 1902: Marconato, La Guardia, Caruso, Luongo (20′ Napolitano), Ciarlariello, Triglione, Della Penna, Avantaggiato (Finamore 46′), Aquino (Antonino 46′), Di Vito, Pantalone. A disposizione: Di Santo, Irmici, De Curtis, Di Santo Mattia. Allenatore: Vecchiotti CALDARI: Vitale, Coletto, Costantini, Sanvitale (50′ Alfonso), Toscano, Di Salvatore, Conzio, Fusella, Simoni, Iacoboni, Di Paolo. Allenatore: Di Tommaso
GOAL: 1′ Di Vito, 5′ Della Penna, 9′ Aquino, 13′ Avantaggiato, 16′ Aquino, 29′ Aquino, 36′ Aquino, 41′ Della Penna, 48′ Di Vito.
tizianasmargiassi@vastoweb.com

Più informazioni su