vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Mafia, politica e giovani: il giudice Ayala ne parla a San Salvo

Più informazioni su

SAN SALVO. La mafia, tangentopoli, i magistrati e la politica, la legalità affidata alle nuove generazioni. Di questo e molto altro ha parlato ieri sera a San Salvo l’ex magistrato antimafia, Giuseppe Ayala. L’occasione è stata la presentazione del suo libro “Troppe coincidenze”. L’incontro a cui hanno assistito centinaia di cittadini è stato organizzato dal laboratorio politico –culturale San Salvo Democratica. Al fianco di Ayala, il direttore del quotidiano Il Centro, Mauro Tedeschini. Il magistrato ha ripercorso a ritroso la sua vita, ricordando l’esperienza in magistratura e quella politica. I travagliati anni 80, i risultati ottenuti. “Ho scritto un primo libro riscrivendo la storia come è realmente avvenuta”, ha spiegato all’attenta platea l’illustre ospite. “Ho pensato soprattutto ai giovani e alla necessità di lasciare loro un messaggio. I giovani devono conoscere la vera storia, quella che sui libri di scuola non c’è. Dopo il primo libro è venuto il secondo in cui ho focalizzato l’attenzione sulla paura. Io so cos’è la paura”, ha dichiarato il magistrato. “Nella vita può accadere che si siano situazioni che portano alla paura. E’ umano. Sono stato accusato di avere ceduto alla paura. Sono andato avanti. C’è chi purtroppo ha pagato con la vita”. A proposito dell’esperienza in politica Ayala ha ricordato come a spingerlo fu Falcone. “Ciascuno comunque si assume le responsabilità di ciò che fa”. L’incontro si è concluso con un pensiero alle nuove generazioni e l’auspicio che i giovani, insieme alla parte più sana della società civile riescano ad arginare ogni forma i illegalità, a cominciare dalla mafia.

paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su