vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

L'inciviltà colpisce ancora: spunta una nuova discarica a Punta Penna (fotogallery Daccò)

Più informazioni su

VASTO. Fino ad un paio di anni fa erano centinaia  le auto che transitavano nella zona. Altrettanti i lavoratori impiegati nelle varie aziende. Poi è arrivata la crisi. L’area è sempre più vuota. Anzi no. I soliti incivili hanno pensato bene di decorarla con il pattume. La notte fra sabato e domenica alcuni mezzi pesanti hanno raggiunto Punta Penna con lo scopo di liberarsi di ogni genere di rifiuti. Ieri mattina ai cittadini che hanno raggiunto il promontorio per una sana passeggiata a due passi dal mare è apparsa la deprimente scena. Punta Penna come contrada Zimarino o contrada San Marco. Le discariche abusive non si contano più. L’ambiente viene oltraggiato quotidianamente. Il problema ha assunto proporzioni tali da spingere il prefetto di Chieti, Fulvio Rocco De Marinis, ad intervenire. Sono stati programmati servizi di prevenzione e vigilanza. Intanto però il malcostume impera. Sono in tanti ad invocare punizioni esemplari contro chi offende la città e si prende gioco dei suoi abitanti. “Sarebbe opportuno che il legislatore riflettesse sui danni che le discariche abusive (spesso farcite di materiale tossico) provocano ai corsi d’acqua e al mare”, scrivono in una accorata lettera i residenti di alcune contrade della città. “Chi sporca va punito severamente e condannato a bonificare l’area che ha insozzato”, chiedono.
paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su