vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Appello dei pescatori: "Viviamo di pesca, salvate il nostro mare"

Più informazioni su

VASTO. “Salvate il nostro mare “. Il rischio di inquinamento è scongiurato ma i pescatori del Vastese non sono affatto sereni. “Noi viviamo di pesca e il solo fatto che la fonte del nostro sostentamento corra ogni giorno dei rischi non fa vivere tranquilli”, dice Ettore Primiceri rappresentante degli operatori della “piccola pesca”, di Vasto e San Salvo. La Edison ieri ha ribadito in una nota che l’Adriatico abruzzese non è stato contaminato. I mezzi di soccorso sono  intervenuti immediatamente al primo sos. L’attività di recupero del greggio finito in acqua grazie alle apparecchiature denominate ” rec-oil”,due robot arrivati da Ancona e Napoli in grado di separare ed asportare le componenti oleose dal mare,è stata rapida ed efficace. Dall’alto la situazione è stata tenuta costantemente sotto controllo da un aereo del terzo nucleo aereo della guardia costiera di Pescara. Attraverso sistemi di identificazione ai  raggi infrarossi è riuscita a fornire precise indicazioni alle squadre di soccorso. “Siamo grati ai soccorritori. Quello che chiediamo alle autorità preposte è di vigilare il più possibile sul nostro mare prevenendo qualsiasi azione possa essere dannosa al suo ecosistema e all’economia ittica. Per molti pescatori è l’unica fonte di sostentamento. Per il territorio è un bene inestimabile”, ricorda Primiceri. Anche ieri sono stati ripetuti accurati controlli. Gli operatori hanno eseguito accurate perlustrazioni accanto alle tubature dell’impianto . Sull’incidente è stata aperta una inchiesta da parte della Procura di Larino.
paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su