vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Lettera aperta di un cittadino: "Indifferenziata? si grazie…"

Più informazioni su

VASTO. Riceviamo e pubblichiamo la lettera di Giuseppe Ferrara, sulla raccolta indifferenziata e differenziata in città correlata di foto che troverete nella fotogallery: “Gentile Redazione, molto spesso abbiamo letto e leggiamo di sacchi e sacchetti abbandonati nei luoghi più disparati, lontano da occhi indiscreti, pur di non effettuare una sana raccolta differenziata o per smaltire rifiuti ingombranti. Poi abbiamo anche le discariche a cielo aperto in pieno centro. Oggi basta farsi una bella passeggiata lungo Corso Italia, all’altezza del Bar Alba, per vedere con quanta “cura” i gestori dell’attività smaltiscano i propri rifiuti. Si possono “ammirare” i bidoncini colorati (ma non dovrebbero essere sistemati all’interno dell’esercizio?); qualche scatola con un po’ di giornali; una borsa multicolore piena di bottiglie di vetro (ma non dovrebbero essere smaltite nelle campane?) e quattro buste con tanto di “cartellino giallo” della Pulchra. A questo punto sorgono spontanee alcune domande: Che cosa fa la Polizia Municipale? Che cosa fa la Pulchra oltre a continuare a mettere etichette, visto che non è la prima volta? Che cosa ne pensa l’Assessore all’Ambiente? Che cosa ne pensano all’Ufficio Igiene e Sanità Pubblica della Asl? Che cosa ne pensano le Forze dell’Ordine di pericolosi corpi (le bottiglie) atte ad offendere nella disponibilità di eventuali malintenzionati? Che cosa ne pensa il Sindaco di questo grazioso “decoro” (ma non è l’unico)? Ma perché, oltre a preoccuparci giustamente di atti vandalici e microcriminalità, non si inizia a far rispettare quella che potrebbe essere definita la microlegalità?”.
redazione@vastoweb.com

Più informazioni su