vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

'Watch your car': rubavano le macchine e chiedevano denaro

Più informazioni su

VASTO. Ci sono diversi automobilisti di Vasto, del comprensorio e della vallata del Trigno fra le vittime della gang pugliese che rubava le auto e poi chiedeva ai proprietari un riscatto. Il blitz , scattato questa mattina a Foggia ha portato in carcere ventitre persone. L’operazione coordinata dalla procura di Lucera si chiama “ Watch you car “, un nome che riassume il modus operandi degli arrestati. Il meccanismo era semplice: l’auto spariva, poche ore dopo il proprietario veniva contattato. Gli estorsori chiedevano dai 3mila agli 800 euro a seconda del valore della vettura. Se le vittime opponevano un rifiuto l’auto veniva bruciata. Pur di riavere la vettura i derubati tacevano. “ I carabinieri “, si legge in una nota diffusa dai militari “operavano in un clima di assoluta omertà”. C’era persino chi negava il furto. E non solo di auto. Gli investigatori hanno dovuto lavorare per mesi. E indagando sul furto delle auto a Vasto, San Salvo, nel vicino Molise e ovviamente in Puglia hanno scoperto anche diversi casi di spaccio di sostanze stupefacenti. A capo del sodalizio criminale pare ci fosse un intraprendente e giovane criminale di Torremaggiore che era riuscito ad addomesticare una squadra specializzata nel furto di veicoli. Non è la è prima volta che le indagini sulla sparizione di tante auto porta in Puglia. Anni fa carabinieri e polizia scoprirono nel foggiano una banda che rubava auto e mezzi pesanti. Alcuni veicoli venivano rivenduti, altri smontati e i pezzi venduti al mercato nero. Ultimamente invece la tecnica estorsiva era diventata più conveniente. Gli investigatori indagano per scoprire quante delle auto rubate in Abruzzo sono finite in mano alla gang. Non è escluso che gli arresti possano essere estesi in Abruzzo.

paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su