vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

In corteo nelle strade del centro per ricordare le donne uccise dalla violenza di un uomo

Più informazioni su

VASTO. Grande partecipazione ieri sera a Vasto per la manifestazione organizzata nell’ambito della campagna globale One Billion Rising, l’iniziativa promossa  in collaborazione con il Centro DonnAttivA e con il patrocinio del Comune di Vasto. Il primo appuntamento per  ‘V-Day 2013’ –si è tenuto  alle ore 18 in corso de Parma – è stato denominato “I passi interrotti”. Ha suscitato molta curiosità tra i passanti l’allestimento di scarpe da donna dipinte di rosso (rosso come il sangue, la violenza e la rabbia) sistemate lungo il percorso che da corso De Parma è arrivato fino in via Anelli, sede del Centro DonnAttiva. Iniziativa che ha visto anche la collaborazione del Consorzio Vasto in Centro, presieduto da Marco Corvino. Ogni paio di scarpe rappresentava una donna uccisa ed i suoi passi interrotti dalla violenza di un uomo. Sistemate lungo i marciapiedi hanno raccontato le storie di tanti femminicidi e vogliono essere un monito a muoversi, a far presto, a bloccare questo sterminio lento e silenzioso. Presso il Centro DonnattivA in via Anelli, 20 (presso ex Istituto Statale d’Arte), si è svolta la rappresentazione del reading liberamente tratto da “I monologhi della vagina” di Eva Ensler, attivista e fondatrice del V-Day e ideatrice della campagna globale One Billion Rising.

paoladadamo@vastoweb.com

 

Più informazioni su