vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Protegge due studentesse e viene massacrato di botte: individuati i bulli

Più informazioni su

VASTO. La sua sola colpa è stata quella di voler proteggere due studentesse. Per questo è stato massacrato di botte. A distanza di un mese le forze dell’ordine hanno individuato i tre bulli che il 12 gennaio scorso aggredirono e malmenarono uno studente universitario di 21 anni del Chietino iscritto all’Università dell’Aquila. La vittima risente ancora dei postumi del brutale pestaggio. Ha il setto nasale rotto e traumi in tutto il corpo. A parere dei medici non guarirà prima di 40 giorni. Due dei tre aggressori sono coetanei: S.K. ucraino, M.A., albanese, il terzo, A.M. colombiano minorenne. I tre  residenti a L’Aquila sono stati denunciati per lesioni aggravate in concorso. Questa la storia ricostruita dagli inquirenti. La sera del 12 gennaio la vittima esce con due ragazze. Davanti ad un pub le studentesse vengono avvicinate dai tre bulli. Il colombiano offre a una delle ragazze una dose di cocaina. Lei rifiuta ed entra nel pub con gli altri due amici. All’uscita del locale la ragazza viene seguita dai 3 stranieri. Lo studente abruzzese le abbraccia per proteggerle e a quel punto scatta la spedizione punitiva. La svolta alle indagini è arrivata grazie alla collaborazione dell’Ufficio immigrazione . Del minore si occuperà il Tribunale per i minori dell’Aquila, gli altri due finiranno davanti ai giudici del capoluogo di regione.
paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su