vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Maria De Liberato stupisce con "Pulse of Images" nel programma di Scotti e De Filippi

Più informazioni su

VASTO. “Pulse of Images” è il nuovo progetto che Maria De Liberato, insegnante e coreografa del Centro Danza ETOILE di Vasto, Cupello e Petacciato ha portato fino agli studi televisivi di Italia’s got talent. Grazie alla collaborazione dei video makeres Vladi Moraru e Riccardo De Fanis, la sua creatività e inventiva ha colpito anche i giudici del noto talent. Sabato 23 febbraio infatti tre sue allieve, Rossella Taraborrelli, Alessia Talucci e Lara Casolino, si sono esibite davanti a milioni di telespettatori per portare all’attenzione del grande pubblico quella che può definirsi come “l’evoluzione del videomapping”. Per chi non sa cosa sia, si tratta di una tecnologia molto avanzata basata sulla proiezione di immagini su superfici tridimensionali, fino ad oggiAggiungi un appuntamento per oggi utilizzata solo su piani di proiezione fermi, quali facciate di chiese o monumenti. Qui sta la grande innovazione del progetto portato avanti da Maria De Liberato , Vladi Moraru e Riccardo De Fanis : un misto tra videoproiezione e danza. Disegni coloratissimi, immagini in movimento proiettate su corpi danzanti, coreografie studiate per una sinergia totale tra immagini, musica e danza. E’ questo quello che Maria De Filippi, Rudy Zerby e Gerry Scotti si sono trovati a giudicare sabato scorso: completamente sbalorditi da uno spettacolo che mai avevano visto prima non hanno potuto far altro che dire sì, sì, sì. Per tutta la compagnia dei “Pulse of Images” è stata una magnifica esperienza anche se di breve durata: non hanno infatti raggiunto le semifinali. Nonostante ciò, per loro è stata occasione per farsi conoscere in quella che può definirsi una “finestra privilegiata” alla divulgazione di un progetto di questa portata. Grande la soddisfazione di ricevere i complimenti dietro le quinte, dagli addetti ai lavori, dal produttore e dal regista della trasmissione, gente che se ne intende insomma, nell’apprezzare tutto il lavoro che c’è dietro ad uno spettacolo di così alta valenza non solo tecnologica, ma soprattutto artistica e culturale. Purtroppo la tv in questo senso pecca molto spesso, tendendo ad appiattire e stroncare fenomeni di questo genere, omologando temi e soggetti, dando al pubblico solo quello che si aspetta. Alleghiamo qui il video dell’esibizione originale della compagnia “Pulse of Images”, purtroppo selezionata e modificata nel programma per scopi puramente televisivi. Con questo non vuole essere sollevata alcuna polemica, ma è giusto far conoscere la reale portata artistica di questo vero e proprio “esperimento”, frutto di una ricerca e di un lavoro tecnico eccezionali, sia nella scelta musicale, che nell’alto contenuto tecnologico, che nella coreografia appositamente ideata.

link: http://www.vimeo.com/46744224

redazione@vastoweb.com

Più informazioni su