vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

L'autostrada nel mirino della malavita: un furto e una rapina in 48 ore

Più informazioni su

VASTO. Ancora un furto sulla A14, anzi, un furto ed una rapina. Nel giro di 48 ore i malviventi  hanno preso di mira prima la cassa elettronica del casello autostradale Vasto Nord, poi il casello autostradale della Val Di Sangro. Per gli operatori diventa sempre più drammatico lavorare con la necessaria tranquillità. Soprattutto durante le ore notturne. Due furti e una rapina in un mese raccontano da soli la vulnerabilità dei caselli. Il 29 gennaio aiutandosi con una mola i ladri erano riusciti a distruggere addirittura l’erogatore di denaro. Martedi notte evidentemente hanno usato un’altra tecnica. Certo è che la cassa è stata svuotata in pochi secondi. Gli autori sono riusciti ad annullare il sistema dissuasivo che in caso di manomissione eroga un colorante rosso che imbratta le banconote. Ad accorgersi per primo dell’accaduto è stato un operatore del Punto Blu che nel suo box eseguiva il monitoraggio computerizzato dell’area. Come detto non si conoscono le modalità del raid nè l’ammontare del bottino. La scorsa notte la gang si è spostata più a nord e ha colpito in Val di Sangro. In questo caso è stata svaligiata la cassa dell’erogatore self service fai aiutandosi con un piccone. E’ evidente che i due ultimi colpi hanno contribuito ad alimentare la polemica sui pericoli ai quali sono esposti ogni notte casellanti e operatori del Punto Blu. Stando ad indiscrezioni sembra che i sindacati di categoria siano decisi ad organizzare per il prossimo 3 marzo una giornata di sciopero per segnalare le criticità e necessità di un lavoro che diventa ogni giorno più delicato. Fino ad oggi non sono successe tragedie. L’esperienza insegna che sarebbe meglio prevenire.  
paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su