vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Michele Molino: "Perdiamo cosi le tradizioni"

Più informazioni su

SAN SALVO.  Riceviamo e pubblichiamo la lettera di Michele Molino rivolta all’amministrazione comunale di San Salvo in merito alle usanze, tradizioni e all’importanza riservata al patrono San Vitale: “Vitale,  il nome simbolo dei Salvanesi,  é in via d’ estinzione. Perché l’assessore alla cultura non istituisce un omaggio simbolico alle coppie che scelgono di chiamare Vitale il nascituro? Fino a una ventina d’ anni fa a San Salvo  era diffusa  l’abitudine di dare al bambino il nome del Santo patrono Vitale. Bastava che una persona  pronunciasse la parola “Vitale” o “Vitalina”,  si intuiva subito da che paese proveniva. Purtroppo, non è più così. Da un’indagine condotta sui nomi più diffusi a San Salvo, coloro che si chiamano Vitale, rappresentano una specie in via d’estinzione. Insomma, Vitale, è un nome che a San Salvo diventa sempre più raro.  La nostra città rischia di perdere una delle sue belle tradizioni, che in passato voleva che in ogni famiglia vi fosse un figlio che tramandasse il nome del Santo Patrono Vitale. A dire il vero, in passato,  la vasta  diffusione del nome Vitale, creava spesso equivoco ed imbarazzo nell’ ambito dei rapporti interpersonali.  A tal proposito, si ricorda questo aneddoto: ” Vità chiàme Vitalène ca daiè a la càse de fràtime Vitàle pi vidà si ci sta Vitalucce, ca daiè a chiamà cumbà Vitale, lu iénnere di Vitalàune. ( Vitale, chiama Vitalina e dille che deve andare a casa di mio fratello Vitale per vedere se c’è Vitaluccio, il quale deve andare a chiamare compare Vitale, genero di Vitalone).  Che tristezza veder scomparire Vitale,  il nome simbolo dei Salvanesi. Qualcosa si può fare. Il sindaco o l’assessore alla cultura potrebbero  istituire un omaggio simbolico a quelle coppie che scelgono di chiamare Vitale il nascituro”.
tizianasmargiassi@vastoweb.com

Più informazioni su