vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Omicidio Di Tullio: l'amico che sparò condannato a un anno e quattro mesi

Più informazioni su

VASTO. Un anno e 4 mesi di reclusione. E’ la pena patteggiata questa mattina da F.T., 60 anni, l’uomo che il 31 luglio 2012 sparò un colpo di fucile e uccise Gabriele Di Tullio scambiandolo per un cinghiale. Il tribunale ha accolto le richieste della difesa e accettato il patteggiamento della pena per omicidio colposo. F.T. è stato assolto dall’omissione di soccorso. Non avrebbe potuto in alcun modo salvare la vita dell’amico colpito a morte. La vittima era intenta a raccogliere pannocchie di granturco in un terreno del fratello. Il colpo di fucile ha recito un’arteria. Di Tullio è morto dissanguato. L’udienza, come previsto dal rito del patteggiamento, si è tenuta a porte chiuse. Gli avvocati che rappresentavano le figlie e i fratelli della vittima, Pompeo Del Re e Angela Pennetta non hanno potuto costituirsi parte civile. Cala dunque il sipario su una vicenda che aveva scosso l’estate dei vastesi. Qualche giorno fa la figlia maggiore di Gabriele Di Tullio, Francesca, ha espresso grande amarezza per non aver potuto assistere al processo. Come lei moltissimi cittadini di Casalbordino che volevano bene a Di Tullio, l’alfiere delle non violenza.
paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su