vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Operazione 'Riviera pulita': altri blitz. Il caso all'attenzione della questura

Più informazioni su

SAN SALVO. Case-squillo sulla riviera. L’inchiesta si allarga a macchia d’olio. Almeno dieci gli immobili individuati dalla polizia municipale utilizzati per rendez-vous a luci rosse. In due mesi l’indagine della polizia urbana sulla destinazione d’uso degli appartamenti in riviera ha permesso di individuare diverse alcove. E’ al vaglio della questura la posizione delle cinque avvenenti ragazze sudamericane sorprese sabato mattina dalle forze dell’ordine a prostituirsi in uno degli immobili che da tempo era nel mirino degli investigatori. Le ragazze accompagnate dopo il blitz in commissariato sono state ascoltate. Spetta ora all’autorità di pubblica sicurezza decidere il da farsi e i provvedimenti da adottare. Non solo per le ragazze, ma anche per l’affittuario. Gli investigatori stanno cercando di appurare se l’uomo fosse o meno a conoscenza del reale utilizzo dell’immobile. Il vice questore Cesare Ciammaichella ha ordinato il massimo riserbo sulla vicenda. Che qualcosa di strano avvenisse nelle case sulla riviera lo si era capito qualche mese fa quando hanno cominciato ad arrivare le prime segnalazioni di famiglie esasperate da via vai di uomini. Spesso qualcuno sbagliava campanello e si rivolgeva ad altri inquilini ignari del giro di prostituzione. Decisa a contrastare eventuali forme di illegalità il sindaco Tiziana Magnacca ha chiesto alla polizia municipale di organizzare il censimento del quartiere. E’evidente che gli appartamenti utilizzati per incontri a luci rosse subiranno une variazione dell’Imu. Ieri mattina intanto insieme al comandante della polizia municipale, Saverio Di Fiore gli agenti hanno fatto nuovi controlli in un condominio di contrada Buonanotte della riviera sansalvese. La guerra alla prostituzione a domicilio dichiarata dall’amministrazione comunale fa tirare un sospiro di sollievo ai residenti della marina. Per gli affittuari non in regola in arrivo pesati multe, revisione dell’Imu e denuncia penale per favoreggiamento. Nei casi più gravi la legge prevede il sequestro dell’alloggio.
paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su