vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Vasto Marina conquista tre punti

Più informazioni su

VASTO. (fotogallery Daccò) Partita brutta da vedere, sottotono, in cui si contano solo due azioni limpide da goal di marca vastese, quella giocata tra Vasto Marina e Sporting Ortona. Decisivo il goal del giovane Riella con un tiro da fuori area che regala i tre punti alla formazione allenata da Roberto Antonaci e le permette di staccarsi ulteriormente dalla concorrenti per la salvezza e arrivare al settimo posto a pochi punti addirittura dalla zona play off. Mancano cinque partite ancora da giocare, la salvezza ora è vicina e il risultato odierno, seppur maturato giocando male, consente di affrontare le prossime gare con un pizzico di serenità in più. Nella prima frazione di gioco a farla da padrona è lo Sporting che si affida ad un pressing alto e a lanci lunghi a scavalcare il centrocampo tentando di mettere in difficoltà la retroguardia vastese che però resta vigile e attenta durante l’intero match. Nel primo tempo poche le azioni degne di nota, sia da una parte che dall’altra. Vastesi addirittura al tiro solo una volta con un velleitario tentativo da fuori area di Rossi Finarelli. Lo Sporting ogni tanto tenta il colpo invece con il capitano Dragani ma i tiri non impensieriscono il portiere Bruno. Nella ripresa nei primi minuti la musica cambia leggermente con il Vasto Marina che cerca di essere più propositivo nonostante l’imprecisione oggi l’abbia fatta da padrona. Girandola di sostituzioni nell’arco di pochi minuti: entrano Luciano e Stivaletta rispettivamente al posto di Basso D’Onofrio e Nuzzaci. Al 25′ si annota una bella ripartenza di Riella in velocità che viene steso e si procura un calcio di punizione sugli sviluppi del quale la difesa ospite spazza sena particolari patemi. Al 30′ è Fonseca che va vicino al goal con un tiro a giro dalla destra da fuori area che, a portiere battuto, si stampa sul palo destro. Il goal però è nell’aria e infatti al 31′ Riella sigla la rete della vittoria con un euro goal da fuori area. Gioia per il giovane numero 11 vastese che festeggia facendo capriole. Sospiro di sollievo per il Vasto Marina che cerca di gestire così il vantaggio acquisito e può allungare sulle dirette concorrenti per la salvezza. A fine partita sentiamo un pò amareggiato per la prestazione dei suoi mister Antonaci ma contento per i tre punti: “Mister partita sottotono oggi. Alla fine però sono arrivati i tre punti grazie ad una rete del giovane Riella a cui spesso viene data fiducia”. “Non abbiamo fatto una buona partita. Nel calcio però ci sta. A volte abbiamo giocato bene e non abbiamo raccolto punti, a volte invece come oggi giochi male ma provi lo stesso a tirare in porta e alla fine vieni premiato. Abbiamo preso un palo e abbiamo trovato il goal con Riella. Alla fine l’importante erano i tre punti. Era un miracolo all’inizio salvarsi ci stiamo riuscendo un passettino per volta. Certo non è che possiamo giocare un calcio spumeggiante. Siamo quelli che siamo. Rimaneggiati, molti giovani in campo che possono sentire anche il peso delle partite importanti quindi si può dire che alla fine sono soddisfatto”. “Nell’intervallo cosa hai detto ai ragazzi per stimolarli a far meglio e dare di più?”. “Siamo entrati contratti il primo tempo. La posta in palio per noi era importantissima. Giocavamo in casa e visto che di solito non riusciamo ad esprimerci al meglio in casa i ragazzi ci tenevano, invece ci ha condannato un pò questo. Timorosi. Nel secondo tempo, dopo esserci guardati in faccia e parlati nello spogliatoio sono scesi un pò più tranquilli e determinati e qualcosina in più l’abbiamo fatta pur facendo una partita non tra le migliori”. “In base anche ai risultati delle altra squadre, salvezza in pugno o c’è ancora da lottare in queste ultime cinque partite?”. “Penso che se riuscissimo ad ottenere un’altra vittoria ci potremmo mettere al sicuro. Poi i conti matematici non se ne possono fare perchè in queste ultime partite può succedere di tutto. La classifica è comunque corta. Dietro di noi ci sono diverse squadre e, sicuramente, la vittoria di oggi ci mette in una posizione più tranquilla. Ma un’altra vittoria è importante”. “Cosa salva il mister della prestazione di oggi e cosa invece non vorrebbe assolutamente rivedere nella prossima gara che sarà contro la capolista Sulmona?”. “Noi andremo a fare la nostra partita contro il Sulmona. Oggi c’è stata un reazione anche se minima che salverei poi, mi ripeto, nel corso del campionato avevamo sempre detto la sfortuna spesso ci ha puniti prima o poi doveva arrivare anche il contrario. Oggi con due soli grandi tiri siamo stati premiati dal gran goal”. “Qualche rimprovero oggi da fuori nel momento in cui la partita era sembrata statica e giocata sottotono si sarebbe potuto ricorrere a qualche cambio”. “Questo tipo di rimprovero non mi sta bene. Da fuori non mi si può dire che tipo di cambio dovrei fare. I cambi li faccio in base a quello che vedo. So io la squadra come si comporta in settimana, i pregi e i difetti, e non a caso son l’allenatore sennò sarebbe solo confusionario far decidere a ognuno cosa fare per le sostituzioni. Poi ricordiamo sempre che nella rosa non abbiamo Messi che si può sostituire con Cristiano Ronaldo. Con tutto il rispetto per i ragazzi che ho di cui son contento ma ci sono ruoli che alcuni possono ricoprire, recuperi da infortuni. Sono cose che vanno gestite all’interno dello spogliatoio e che può sapere solo chi vive tutta la settimana la squadra. Troppo semplice ragionare ‘Non vanno bene le cose: cambi’. Sono cose che vorrei lasciar perdere e su cui non vorrei nemmeno più tornare Dopo alcuni episodi di oggi vorrei aggiungere che il consiglio che mi sento di dare da umile allenatore è che le persone vanno motivate non demotivate”. “Domani giocherà la juniores contro il Francavilla. Come stanno andando?”. “La juniores e la prima squadra sono una cosa unica. La juniores si potrebbe dire che è la prima squadra con dei fuoriquota al contrario, con gli anziani fuoriquota. Abbiamo una squadra giovane con solo due ’93. Siamo pochi e giochiamo in entrambe le competizioni. La cosa buona è che ci alleniamo comunque tutti insieme e stiamo facendo un’altra grande impresa anche con loro, tra infortunati e squalificati. Lunedì scorso eravamo in dieci, per l’indisponibilità di molti tra infortuni e squalifiche, abbiamo vinto lo stesso devo ammettere che i ragazzi stanno facendo un grosso grosso campionato”. tizianasmargiassi@vastoweb.com

Più informazioni su