vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Videosorveglianza: "L'amministrazione comunale sia chiara, non si nasconda dietro un dito"

Più informazioni su

VASTO. Il capogruppo Udc, Massimiliano Montemurro, interviene sulla questione videosorveglianza:  “La misura è colma. Dopo aver letto il comunicato stampa dell’ amministrazione comunale in merito all’opportunità di investire sulla videosorveglianza, emerge ancora una volta lo stato di totale confusione e indecisione che ha caratterizzato questo mandato.  Questa amministrazione ha per tre anni confermato nel proprio piano delle opere pubbliche la volontà di investire una cospicua somma nella videosorveglianza, inoltre ne ha sottolineato l’esigenza in altri due consigli comunali dedicati alla sicurezza. Udite.. udite, oggi sentiamo che sono emerse nuove priorità. Ritengo che sia giunto il momento che quest’amministrazione cessi di fare lo struzzo e dia un segnale tangibile della propria presenza alla cittadinanza tutta. L’escalation di reati a cui stiamo assistendo non può lasciare tutti voi inerti.  lo stato di disagio che avvertiamo quando non ci sentiamo protetti e che condiziona la qualità della nostra vita già ampliamente deteriorata dall’ attuale situazione economica, non può essere considerato un bisogno secondario.  Vi parlo non soltanto da amministratore ma soprattutto da genitore il cui cuore sobbalza ogni qual volta  i propri figli escono,ma soprattutto sono stanco di sentire il solito ritornello e cioè che  non ci sono fondi. Cosi come si trovano i soldi per il film festival oppure  per eseguire i lavori di ristrutturazione del palazzo comunale, si sarebbero dovuti trovare anche per la sicurezza dei propri cittadini e se proprio il bilancio oggi non lo permettesse, ritengo che i vastesi avrebbero compreso ed apprezzato il rinvio dei lavori di  ristrutturazione del palazzo comunale all’anno prossimo e quei fondi dirottati per garantire la loro sicurezza. pertanto invito l amministrazione a porre da parte ogni indugio e procedere non solo con la video sorveglianza ma con ogni altro strumento ritenuto idoneo ad arginare questi episodi criminosi”.
paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su