vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

E dopo lo stipendio la crisi porta via anche le case ai vastesi

Più informazioni su

VASTO. La crisi attanaglia le famiglie. L’80 per cento dei vastesi che ha acceso un mutuo rischia la casa. Le procedure esecutive generate dal mancato saldo delle rate sono aumentate in maniera esponenziale. Nel 70% dei casi l’iter sfocia nel pignoramento.
Nei primi mesi del 2013 gli appartamenti finiti all’incanto sono già decine. “Rispetto al 2007 i pignoramenti sono cresciuti dell’80% “, conferma il presidente del Consiglio dell’ordine degli avvocati di Vasto, Nicola Artese. Nel corso del 2012 le case pignorate dalla sezione fallimentare del tribunale di Vasto sono state quasi 200. Il doppio del 2011. A perdere la casa sono tante giovani coppie, ma anche padri di famiglia che convinti di avere raggiunto la solidità economica avevano acceso un mutuo per acquistare la casa. Il 25% dei carichi pendenti finisce con la messa all’asta degli immobili.  “Stiamo attraversando la fase più delicata dell’ultimo decennio”, ha dichiarato qualche giorno fa Mario Codagnone segretario generale della Fiom “il 2013 sarà un anno ancora molto critico per tutti i lavoratori”.  Il numero di cassintegrati cresce contestualmente ai contratti di solidarietà. Gli stipendi sono sempre più risicati. Non è facile rispettare gli impegni economici. Le esecuzioni immobiliari lievitano. Le banche da parte loro hanno stretto i cordoni della borsa e le rate sono diventate in qualche caso molto elevate. “Il Vastese ha vissuto momenti decisamente migliori nei primi anni del 2000. Nel 2007 ci sono stati i primi campanelli d’allarme. Dal 2009 la situazione è peggiorata progressivamente”, dice l’avvocato Artese. Il giudice Elio Bongrazio si sta occupando di centinaia di casi. Per molti di loro non ci sarà il lieto fine.  
paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su