vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Antonaci, Rossi Finarelli e Galiè spaziando tra juniores e prossimo avversario

Più informazioni su

VASTO. In attesa della prossima partita importantissima in casa contro l’Altinrocca che si giocherà domenica 6 all’Aragona di Vasto, il Vasto Marina si prepara alla sfida facendo un richiamo nella preparazione e cercando di mantenere alta la concentrazione in vista del prossimo match. Nelle ultime partite squadra poco concreta, spenta in campo per lunghi tratti anche se in casa si è riusciti a strappare lo stesso i tre punti e fare bottino pieno. Cosa che non è riuscita la domenica dopo contro la forte capolista Sulmona. Vincere in casa contro l’Altinrocca diventa essenziale per non ricadere nella zona caldissima della classifica e rischiare di dover partecipare alla lotteria dei play out a Maggio a cui accederanno le squadre classificatesi dalla penultima alla quintultima. 
ANTONACI:  “Mister durante questa lunga sosta di due settimane la squadra si sta allenando lo stesso in attesa del match contro l’Altinrocca il 6?”. “Stiamo lavorando lo stesso in questi giorni. Sicuramente questa è una sosta che non mi piace molto. Eravamo concentrati anche se venivamo da partite non belle e avremmo voluto subito il riscatto. La sosta potrebbe giocare dei brutti scherzi. Speriamo di riuscire a tenere alta la tensione fino alla prossima partita che è molto importante”. “Nelle ultime partite in effetti a causa o di un calo di forma o di concentrazione non ha giocato bene la squadra”. “Non credo sia un calo di forma. Può essere soprattutto il fattore mentale. Abbiamo approcciato in modo moscio alla partita e questo non ce lo possiamo permettere assolutamente la settimana prossima quando giocheremo con l’Altinrocca perchè significherebbe pregiudicare tutto quanto fatto di buono fino ad ora. Quattro punti dobbiamo ancora fare in quattro partite. Non è una cosa impossibile ma bisogna pensare a farli”. “In quest’ultimo periodo sono venuti un pò meno i goal degli attaccanti di ruolo tipo Rossi Finarelli che non riesce a sbloccarsi da settimane e i punti son arrivati grazie a reti di Fonseca o altri giocatori. Solo un problema del bomber che si deve sbloccare o anche qualche accorgimento tattico da dover fare per permettere di andare più in goal agli attaccanti?”. “Matteo le sue palle goal se le crea e anche se non fa goal è molto utile alla squadra perchè fa quasi reparto da solo quindi sono contento di lui. E’ chiaro che per una punta non fare goal significa risentirne un minimo ma lui è un ragazzo serissimo è un professionista e sa che prima o poi arriverà il momento in cui si sbloccherà e speriamo presto anche per lui. Per noi è già importante quello che fa”. “Rimangono 4 partite e la salvezza non è ancora acquisita matematicamente bisogna cercare di fare punti soprattutto sfruttando il fattore campo, in casa”. “L’Altinrocca è una diretta concorrente quindi vincere è importantissimo. Staccherebbe loro di altri 3 punti”. “Quanto è dispiaciuta l’espulsione di domenica?”. “Espulsione inutile. Infatti è stata data una squalifica fino al 27 che non si gioca. Mi sono lamentato su un fallo laterale e poi l’arbitro mi ha dato ragione ma di non esagerare con le proteste. Si è allontanato, qualche altra persona dalla panchina ha detto qualcosa e lui si è girato e ha pensato fossi io e mi ha cacciato dal campo. Si è reso conto forse dopo dell’errore e infatti mi ha dato questa squalifica forse più simbolica che altro fino al 27”.
ROSSI FINARELLI:  “Come vi state preparando per queste ultime 4 partite fondamentali per la salvezza”. “Ci stiamo preparando al meglio, cercando di farci trovare pronti appena dopo la sosta. Dobbiamo fare assolutamente bene in queste 4 partite e cercheremo da subito, contro l’Altinrocca di fare questi benedetti tre punti che per noi significherebbero salvezza al 99%”. “Nelle ultime due partite non si è visto un buon gioco da parte di tutta la squadra”. “si è vero. E’ un periodo che non stiamo giocando bene però per fortuna stiamo raccogliendo lo stesso i frutti di tanto lavoro e tanto sacrificio che magari non viene visto da tutti guardando la partita. L’importante per noi è portare a casa i 3 punti. Abbiamo vinto molte partite per uno a zero facendo molta fatica però nella situazione di classifica in cui ci trovavamo abbiamo messo da parte il bel gioco”. “Tu in particolare in questo periodo hai il ‘problema del goal’ se così si può definire. Un blocco. Non riesci più a segnare. Quanto pesa per un centravanti non riuscire a metter la palla in rete da settimane”. “Pesa tantissimo perchè un attaccante vive per il goal. Sono sempre stato abituato a farli quindi soffro ancora di più. Sto cercando comunque di dare il mio contributo alla squadra in termini di sacrificio cercando di farmi trovare sempre pronto, a dare una mano ai miei compagni. Spero che da qui a fine anno arriveranno altre occasioni anche per me”.
GALIE’: “Parliamo della juniores. State andando molto bene. Nell’ultima partita una vittoria per 4 a 0. Avete anche accorciato sulla prima, siete ora solo ad un punto”. “Si, ottima vittoria contro l’Acqua e Sapone che ci ha permesso di accorciare le distanze sul Casalincontrada che ha pareggiato a Ripa Teatina. Siamo solo ad un punto e dobbiamo cercare assolutamente di rimanere con questo distacco almeno perchè nell’ultima di campionato avremo proprio lo scontro diretto e ce la giocheremo a viso aperto cercando di vincere questo campionato”. “Quanto conta per voi riuscire ad allenarvi sempre con la prima squadre e giocare anche alcune partite del campionato di Eccellenza”. “Tanto. Con i grandi si cresce. Tra di noi, ragazzi, siamo più o meno tutti allo stesso livello. Con la prima squadra ti puoi misurare con i grandi, ricevere consigli, e crescere pian piano”. “Puntare quindi a non perdere punti e sorpassare nello scontro diretto”. “Assolutamente. A meno che il Casalincontrada non perda altri punti per strada. Difficile perchè sono una buona squadra, forti. Mai dire mai. In ogni caso noi dovremo cercare sempre e comunque di vincere e rimanere così almeno fino all’ultima partita con loro”.
tizianasmargiassi@vastoweb.com
  

Più informazioni su