vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Approvata legge elettorale regionale, confermata eliminazione del listino

Più informazioni su

L’AQUILA. “Tale riforma segna- ha detto Lanfranco Venturoni, presidente del gruppo Pdl in Consiglio regionale- un ulteriore passo in avanti nel cammino di riduzione dei costi della politica iniziato in tempi non sospetti dalla Regione Abruzzo con la modifica statutaria del numero dei consiglieri regionali che, nella prossima legislatura, passeranno da 45 a 31.

La legge elettorale – ha continuato il presidente del gruppo consiliare del Pdl – non soltanto conferma l’eliminazione del listino ma assegna alla maggioranza che vincerà la prossima competizione elettorale la rappresentanza necessaria ad assicurare la governabilità tutelando nel contempo, con lo sbarramento del 2% e del 4%, le forze politiche cosiddette minori che volessero concorrere in coalizione o anche da sole. “

“Più ingovernabilità, meno diritti di scelta, meno donne, in questo modo – secondo Camillo D’Alessandro capogruppo del PD in Regione – può essere riassunta la legge regionale approvata da una maggioranza che spera così di avere qualche possibilità in più di rivincere le elezioni”.

“Con la legge approvata – continua D’Alessandro – con il modesto sbarramento al 2%, la maggioranza condanna l’Abruzzo al rischio ingovernabilità con possibile pluri mono gruppi, con un solo eletto, che non solo renderanno ingovernabile la Regione, ma costeranno caro alle casse regionali per le spese di funzionamento dei gruppi”.

Seconda questione: parità di accesso alle cariche elettive tra uomini e donne.

“Noi – riprende D’Alessandro – abbiamo proposto l’introduzione della doppia preferenza di genere con parità di uomini e donne nelle liste. Nella maggioranza e’ prevalsa la chiusura”.

Terza questione: Voto disgiunto , meccanismo che da’ diritto ad un cittadino di scegliere il proprio consigliere ed il proprio presidente. “

Con l’approvazione di questa legge – ha commentato il capogruppo del PD – invece viene cancellato questo diritto”. 

paoladadamo@vastoweb.com

Più informazioni su