vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

"Buona la prima" tanti successi senza montarci la testa

Più informazioni su

VASTO.  “Buona la prima”, l’organo d’informazione dell’Istituto d’Istruzione Superiore “E. Mattei” continua a mietere successi in tutta Italia. Non paghi di aver ottenuto la nomination al premio nazionale “Giornalista per un giorno”, indetto da Alboscuole – Associazione Nazionale di Giornalismo Scolastico, che ha invitato la nostra redazione a ritirare il Diploma di Gran Merito in occasione del Meeting Nazionale di Giornalismo Scolastico, in programma il 2 e il 3 maggio a Chianciano Terme, nei giorni scorsi una rappresentanza della nostra redazione è andata a Modena per la premiazione del concorso nazionale “Prima pagina”, indetto nell’ambito di Buk – Festival della piccola e media editoria.

Nello specifico, il 23 marzo, presso il Baluardo della Cittadella di Modena, a “Buona la prima” è stato assegnato il premio per la migliore grafica (per questo un grazie speciale va ai nostri insostituibili Enrico Gualterio e Carlo Menna) riscontrata tra tutti i giornali scolastici d’Italia che hanno partecipato al concorso. State però tranquilli che non ci siamo montati la testa.

Sappiamo che abbiamo ancora tanto da imparare per crescere e migliorare, non dimenticando mai che obiettivo primario di “Buona la prima” è far sì che gli studenti, resistendo all’annientamento psichico che la società contemporanea impone in maniera sempre più subdola, sappiano farsi portatori ‘sani’ di idee.

Un’ultima nota: lo spazio che spesso su “Buona la prima” è stato dedicato alle immani tragedie della Shoah e delle Foibe ha contribuito, assieme alle tante iniziative che, negli ultimi anni, l’IIS “E. Mattei” ha portato avanti per commemorare il Giorno della Memoria e il Giorno del Ricordo, a fare assegnare una borsa di studio ad un’alunna del “Mattei”, chiamata dal Consiglio Regionale d’Abruzzo e dalla Direzione Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale a prendere parte ad un viaggio studio svoltosi nei luoghi della memoria di Trieste (Risiera di San Sabba – Foiba di Basovizza) e Monaco di Baviera (campo di sterminio di Dachau).

redazione@vastoweb.com

Più informazioni su