vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

"Cono a mare", la Cassazione rimanda tutto al Riesame

Più informazioni su

VASTO. Clamoroso colpo di spugna della Corte di Cassazione. La Suprema Corte accogliendo il ricorso presentato dal sostituto procuratore, Enrica Medori, ha annullato i provvedimenti con i quali il Tribunale del Riesame di Chieti aveva dissequestrato decine di appartamenti in favore degli acquirenti del complesso edilizio realizzato dall’impresa Cosvim a Vasto marina.
L’annullamento è stato determinato dalla mancata evidenza della buona fede nell’acquisto degli appartamenti. Contestualmente la Cassazione ha annullato il dispositivo, censurando il tribunale del Riesame, per non avere adeguatamente ravvisato il “fumus” della lottizzazione abusiva, trattandosi di una zona non sufficientemente urbanizzata. 
E i riflettori si accendono nuovamente anche sul complesso edilizio “Molino Village”. Nei giorni scorsi il Riesame, ribaltando il precedente orientamento, ha rigettato il ricorso di un acquirente non ravvisando la sua buona fede nell’acquisto dell’appartamento. I giudici teatini hanno pertanto mantenuto il sequestro dell’immobile. A questo punto per tutti gli altri appartamenti riconsegnati agli acquirenti la Cassazione deciderà nelle prossime settimane avendo il Pm presentato ricorso contro i precedenti provvedimenti del Riesame. Entrambi i passaggi sopra menzionati costituiscono un precedente di rilevante importanza. Nel ribadire il concetto che la legge non prevede ignoranza, la Corte di Cassazione stabilisce che chi acquista un appartamento non può non sapere se il cantiere è a norma e quali potrebbero essere eventuali contestazioni.  
paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su