vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

De Luca ha aperto i "Giovedì Rossettiani"

Più informazioni su

VASTO. E’ arrivato a palazzo d’Avalos, in largo anticipo sull’orario previsto, Erri De Luca ospite d’eccezione per il primo incontro dell’edizione 2013 dei “Giovedì Rossettiani”. Lo sguardo attento, le parole misurate, i silenzi, le pause hanno rivelato la persona riflessa dalla sua scrittura, lontana da magniloquenze e grandi architetture narrative, ma vicina ai gesti delle parole quotidiane, alla scrittura orale- come ama definirla – quadri di società contemporanea, imbevuti di realismo magico. 

Napoli, il mare, i viaggi per il mondo, la fede e la montagna, sono temi che lo toccano da vicino, sembrano le uniche passioni che compongono e scompongono l’ordine interiore sentimentale di De Luca e che è poi alla base della sua vena creativa.

De Luca si racconta allo stesso modo, cercando gli altri con frasi e dialoghi brevi, in cui conosce e conserva energia e freschezza un tempo andato. Il dialogo con Giovanni Tesio è una rimpatriata tra vecchi amici, che scioglie la tensione dell’attesa e dell’ incontenibile affluenza di pubblico, e che rinfranca lo spirito per spontaneità, naturalezza e commozione.

Le considerazioni sulla guerra, il padre e la madre di cui non accetta la separazione e la distanza, in sostanza, la scrittura e lo studio delle sacre scritture per De Luca non è fatica, è lavoro senza sudore ma fa da consolazione e religione del non credente.

La politica, invece, è un mondo troppo lontano nel ricordo e nel presente. Poche parole che scivolano via. A passo veloce, va via Erri De Luca, ma senza negare un sorriso, una foto e un autografo. 

www.centrorossetti.eu 

Mirko Menna

Più informazioni su