vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

La Nazionale in Coppa Davis, i vastesi sognano la semifinale

Più informazioni su

VASTO. Coppa Davis: è il giorno dell’Italia nei quarti di finale contro il Canada. Questa sera a partire dalle 22.00 gli azzurri saranno impegnati nei primi due singolari della sfida contro gli ostici padroni di casa. Ad aprire i giochi ci sarà il numero uno azzurro, Andreas Seppi, contro il numero 140 del ranking mondiale, il 22enne Vasek Pospisil. 
La sfida successiva vedrà impegnato il nostro Fabio Fognini, che nei quarti ha compiuto una vera impresa conquistando il punto decisivo e mandando l’Italia ai quarti, contro il padrone di casa Milos Raonic. Sabato sarà il momento del doppio che vedrà opposti Pospisil/Nestor agli azzurri Daniele Bracciali e Paolo Lorenzi. Domenica, sempre a partire dalle 23, gli ultimi due singolari a cui si spera l’Italia arrivi con pochi patemi. Favorita, in realtà, sulla carta la squadra canadese ma in Davis le sorprese e colpi di scena non mancano mai e gli italiani sono carichissimi.  
“Rispetto alla sfida con la Croazia la situazione e’ differente – ha detto il capitano azzurro Corrado Barazzutti – A Torino eravamo sulla terra rossa, la superficie a noi piu’ gradita. Qui il campo e’ veloce e dobbiamo adattarci, anche se Seppi, per fare un esempio, gioca bene anche su questo tipo di campi indoor. Comunque la Davis e’ questa, quando sei in trasferta devi adattarti alle condizioni scelte da chi gioca in casa. Bolelli dopo l’infortunio al polso destro rimediato a Miami sta provando a recuperare in tempo. Se non ce la dovesse fare è pronto Bracciali” afferma il capitano azzurro, Corrado Barazzuti.
“La squadra sta bene, conosciamo il valore di questa sfida, e’ un quarto di finale e sappiamo che non sara’ semplice. L’Italia e’ qui con un’ottima squadra, un team completo che vanta un gran doppio e tennisti tra i top 20 e top 30. Sono certo che per noi sara’ un weekend molto difficile. Ogni punto sara’ fondamentale, sia per noi sia per loro. La sfida puo’ cambiare velocemente direzione, di sicuro non manchera’ l’equilibrio” dichiara Andreas Seppi.
Semifinale sentitissima anche dai molti appassionati di tennis vastesi. Tutti i circoli della città hanno infatti organizzato conviviali per poter stare insieme tra soci e godersi la partita, tifando per gli azzurri fino all’ultimo “15”.
“Per noi appassionati di tennis ogni incontro della nazionale ha sempre un certo effetto sul sistema nervoso, almeno per me, ad ogni colpo ad esempio del nostro Fognini mi viene da spingere la palla quasi fisicamente come se stessi in campo con lui. Se la vedrà con Raonic e sarà dura ma speriamo che i suoi problemi al piede siano risolti completamente e ci porti alla vittoria nonostante si giochi sul veloce” afferma il direttore sportivo del circolo tennis “Boselli” di Vasto, Luigi Pracilio. 
“Sogniamo la semifinale. E’ cosa dura ma non impossibile per i nostri grandi atleti” dice uno degli istruttori federali della Promo Tennis, Nicola Troiano.
tizianasmargiassi@vastoweb.com

Più informazioni su