vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Marco Battista "Dispiace per la squalifica. Vincere a Roseto"

Più informazioni su

VASTO. E’ uno degli ex della partita e sente in modo particolare il match pur non potendo far parte degli undici che scenderanno in campo a causa di una squalifica: Marco Battista, centrocampista sanguigno, classe ’85, del Vasto Marina parla della sfida con la sua ex squadra Rosetana:
“Due giornate di squalifica per il fallo di reazione commesso contro l’Altinrocca. Un peccato non poter essere della partita domenica?”. “Brucia questa squalifica. Sono stato ingenuo nel reagire ad un brutto fallo che mi era stato fatto ed a lasciare in 10 i miei compagni in un momento topico della partita. Ho chiesto scusa subito dopo alla squadra e al mister negli spogliatoi e sono pronto a farlo di nuovo rendendomi conto di aver sbagliato e di soffrire ora nel non poter dare una mano come vorrei in queste ultime partite di campionato, partendo proprio dalla Rosetana. Dispiace non essere in campo domenica a dare il massimo per questa squadra, per la società per i tifosi”. “Brutto anche perché proprio contro la tua ex squadra che è in cerca dei tre punti per la salvezza tanto quanto il Vasto Marina”. “Un peccato ripeto. I tre punti sono vitali. Non bisognerà accontentarsi nemmeno del pareggio. Prima ci si leva da questa situazione incerta di classifica e meglio è. Certo abbiamo ancora una sfida in casa ma non dobbiamo lasciare nulla al caso. Dico dobbiamo perché per me domenica dagli spalti sarà come essere lì sul terreno di gioco. La sento tantissimo la partita e soffrirò nello star fuori. A Roseto ho giocato due anni e sono stato benissimo. Ho un buon ricordo sia della presidenza che del mister, Fabio Brunozzi, che ci traghettò nell’ultima parte del campionato. Sono stato capitano e ho passato due anni piacevoli in cui ho stretto un buon rapporto con il resto del gruppo e anche con la piazza. Sento ancora adesso quasi tutti gli ex compagni a testimonianza del buon ricordo che mi lega a Roseto. Sicuramente amici fuori dal campo ma domenica la mia squadra dovrà cercare di tornare a casa con il bottino pieno, in campo nessuna pietà”. “Salvezza come traguardo in cui hai creduto e credi ancora fermamente e rincorso per l’intera stagione”. “Ho sempre creduto, da quando sono arrivato a Dicembre, che le cose sarebbero potute migliorare e la salvezza essere raggiunta tranquillamente e lo sono ancora adesso. Noi ci salveremo. Abbiamo sbagliato l’approccio alla gara nella ripresa domenica facendoci pareggiare ma non si ripeterà. Mi spiace non essere in campo per colpa della squalifica a dire la mia, mettere la grinta che vorrei. Spero di cuore che non sia necessario arrivare all’ultima giornata per chiudere la questione”.
tizianasmargiassi@vastoweb.com

Più informazioni su