vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Pantalone: "Gruppo eccezionale, ringrazio mio papà"

Più informazioni su

VASTO. E’ arrivato a campionato in corso ed è stato uno dei protagonisti della cavalcata che sta portando la Vastese 1902 alla promozione diretta nel campionato di Promozione girone B. Giuseppe Pantalone, classe ’95, ha già le idee abbastanza chiare sui traguardi da raggiungere nonostante la giovane età. L’umiltà una delle sue doti migliori.
“Settimana decisiva. Due turni importantissimi il primo dei quali mercoledì a Montesilvano contro la diretta concorrente Acqua e Sapone. Come vi state preparando?”. “Noi ci stiamo preparando al meglio come sempre cercando di concentrarci partita dopo partita senza pensare alla classifica. Ogni partita è una finale ne sono rimaste tre e alla fine tireremo le somme”. “Soddisfatto di come stanno andando le cose in questa annata calcistica 2012/2013?”. “Si io sono abbastanza soddisfatto in primis perchè la squadra sta andando benissimo e in secondo luogo perchè sto anche giocando e sto dando un piccolo contributo al gruppo!”. “Hai un buon rapporto con i compagni e con il mister?”. “Il rapporto con il gruppo è eccezionale, perchè il gruppo stesso è eccezionale. Si sono formati dei bellissimi rapporti e devo dire che essendo arrivato a stagione in corso sono stato accolto benissimo, mi hanno fatto sentire uno di loro fin dal primo allenamento fatto. Anche con il mister c’è un bel rapporto, avevo la fortuna di conoscerlo già prima, non da allenatore ma come persona e già c era un bel legame, ora l’ho potuto conoscere come mister e posso dire che tutte le belle parole che mi dicevano sul suo conto si sono dimostrate vere”. “C’è stato anche un momento in cui le cose sono andate in modo altalenante. I tifosi si sono lamentati di qualche prestazione sottotono. Come hai vissuto quel periodo?”. “I tifosi ci sono sempre stati vicini, hanno sempre fatto sentire il loro appoggio e il loro sostegno sia dentro casa che fuori. Sono sempre stati presenti e vicino la squadra è normale che vedendo che la propria squadra aveva un periodo un pò così così si sono fatti sentire, ma questo è leggittimo da parte loro. Ho vissuto questo momento con grande serenità grazie ai tanti “senatori” presenti nella rosa che sono riusciti a trasmettere a noi più “piccoli” e all’ ambiente grande tranquillità”. “La promozione dopo il risultato di domenica è sempre più vicina. Manca pochissimo. Sensazioni?”. “Non ci penso come ho detto prima non mi piace guardare la classifica e fare conti. Abbiamo quattro finali e dobbiamo dare tutto per noi, per i tifosi e per la società dopo questo tireremo le somme”. “Temei qualcuno in particolare della prossima avversaria, l’Acqua e Sapone?”. “Temere? Niente..L’avversario si rispetta, gli si deve prestare attenzione massima perchè è una squadra molto forte che sta aspirando a vincere il titolo come noi quindi con grandi motivazioni, ma non si deve temere nessuno! Noi dobbiamo fare il nostro e giocare secondo le direttive del mister il resto ci importa relativamente”. “Un appello ai tifosi perché vi seguano anche in questa trasferta delicata che potrebbe voler dire già promozione in Eccellenza”. “Già sono molti a seguirci e colgo l’ occasione per ringraziarli tutti, ma se ne dovessero essere di più meglio ancora perchè noi abbiamo bisogno di tutti loro, del loro appoggio, dei loro applausi, dei loro cori e anche delle loro critiche. Sono fondamentali per noi che giochiamo!”. “Prima della fine del campionato ti piacerebbe segnare un goal proprio sotto la D’Avalos?”. “Si ovvio qualsiasi giocatore vorrebbe segnare un gol nelle fasi decisive del campionato e non nascondo la mia grande voglia nel farlo, ma prima di tutto c’ è la squadra e il cammino che insieme stiamo portando avanti”. “Qualche ringraziamento particolare da parte tua per come sta andando il tuo cammino calcistico?”. “Allora.. la prima persona che voglio ringraziare, può sembrare banale ma così non è, è mio padre perchè ha sempre creduto in me e mi ha sempre dato una grossa mano durante il mio piccolo percorso calcistico e se io sono alla Vastese 1902 è grazie a lui e a lui soltanto. Per questo lo ringrazio tantissimo oltre che all’ interesse della Vastese stessa! Tutti gli allenatori che mi hanno seguito sono stati importanti per la mia crescita da ognuno di loro ho cercato di apprendere qualcosa e l’ho fatto mio”. “Obiettivi che ti sei posto a breve e lungo termine?”. “ Il mio primo obbiettivo a breve è quello di portare a termine ciò che la nostra squadra e la nostra società si sono imposti di raggiungere, questo è il mio obbiettivo principale!! A lungo raggio…non saprei..aspetto che la stagione finisca nel migliore dei modi e poi ci penserò”.
tizianasmargiassi@vastoweb.com

Più informazioni su