vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

“Non ho più denaro, l’unica cosa che mi resta è impiccarmi"

Più informazioni su

FURCI. “Non ho più denaro per vivere, nessuno mi concede più credito, l’unica cosa che mi resta è impiccarmi” è il grido disperato di Antonio Argentieri, 58 anni di Furci. Dal 1991 l’uomo ha effettuato lavori saltuari per il Comune di Furci, svolgendo mansioni di ogni tipo: spalaneve, conducente di veicoli di nettezza urbana, potatura piante, sistemazione di giardini. A giugno 2012 quando è scaduto l’ultimo contratto non ha più avuto occupazione. Invalido al 46% Argentieri non possiede nulla, la casa dove vive con l’anziana madre è una residenza popolare. A stento vivono con la pensione della donna, cinquecento euro circa. “Non riusciamo a pagare le bollette, a fare la spesa –spiega Argentieri- alcuni commercianti mi hanno concesso credito ma ora non sono più disposti a farlo perché non ho saldato le vecchie spese. Per fortuna qualcuno mi regala dei vestiti ed ho la possibilità di cambiarmi, ma la situazione è drammatica. Mi sono rivolto anche al parroco del paese –ha detto l’uomo- mi ha aiutato ma non può farlo sempre”. Rivolgo un appello-conclude Argentieri- a tutti, sono davvero disperato, datemi un lavoro o aiutatemi ad andare avanti”.

Paola D’Adamo   paoladadamo@vastoweb.com

Più informazioni su