vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Condannato ad un anno e mezzo per aver spinto l'inquilina

Più informazioni su

VASTO. Condannato ad un anno e mezzo di reclusione il padrone di casa che ha strattonato l’affittuaria. Anche se l’aborto non è stato provocato da uno spintone l’uomo non avrebbe dovuto spintonare l’inquilina che rimandava l’esecuzione dello sfratto nè entrare a casa della donna.
Per questo motivo il padrone di casa è stato condannato con il rito abbreviato. E’questa la sentenza del Tribunale di Vasto per l’affittuario che esasperato dal rinvio dello sfratto due anni fa affrontò a muso duro l’inquilina alla nona settimana di gestazione e la donna poche ore dopo perse il figlio che aveva in grembo. 
Il difensore dell’imputato, l’avvocato Arnaldo Tascione, ha esibito documenti e perizie che dimostravano l’infondatezza delle accuse rivolte al suo cliente. Non è bastato per evitare all’affittuario una condanna. 
La vicenda risale alla primavera del 2011. A fine maggio il padrone di casa durante una procedura di sfratto, dopo aver preso atto del differimento del provvedimento a seguito della gravidanza dell’inquilina, avrebbe accompagnato fuori dall’appartamento l’ufficiale giudiziario. Subito dopo sarebbe rientrato e con uno strattone avrebbe scaraventato a terra la donna. 
Le perizie eseguite e le testimonianze raccolte hanno accertato che la ragazza non presentava traumi e lesioni tali da giustificare l’aborto. Il denunciato tuttavia è stato condannato perchè non avrebbe comunque dovuto violare il domicilio della donna e tantomeno scuoterla.
paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su